Maglietta all black per il Venezia-style Arriva Sigurdsson aspettando Niang

Il 22enne fantasista islandese in prestito dal Cska Mosca Francese a un passo: mancano solo i dettagli con il Rennes

/ VENEZIA

Il Venezia “pesca” in Russia, ma la provenienza è ancora una volta l’Islanda. Dopo Bjarkason e Karlsson per la prima squadra e Palsson per la Primavera, il Venezia sta per annunciare Arnòr Sigurdsson, 22enne centrocampista offensivo del Cska Mosca (con cui ha firmato un contratto quinquennale nel 2018) e della Nazionale (14 presenze e una rete contro Andorra). Nato ad Akranes, cresciuto nelle giovanili della città natale, l’IA Akraness, ha esordito in prima squadra il 3 ottobre 2015. Dopo un anno in Svezia con il Norrköping, nell’estate del 2018 Sigurdsson è passato a titolo definitivo per 4 milioni di euro al Cska. Nella prima stagione russa ha disputato 21 partite in campionato (5 reti) e 6 in Champions League, segnando contro Roma e Real Madrid al Bernabeu, nella stagione 2019-2020 22 presenze (e 4 reti) in campionato, 2 in Coppa di Russia e 5 in Europa League contro Espanyol, Ferencvaros e Ludogorets. Ha appena chiuso la terza annata in Russia con 23 presenze in campionato (due reti contro Arsenal Tula e Sochi), 3 in Coppa di Russia e 5 in Europa League nel girone che comprendeva Dynamo Zagabria, Feyenoord e Wolsfberger. Sigurdsson arriverà in prestito e firmerà il contratto dopo aver superato le visite mediche. Il suo arrivo non pregiudica quello di M’Baye Niang, sempre a un passo: mancava solo l’accordo con il giocatore dopo quello con il Rennes trovato già da tempo, ora l’ex Milan ha deciso di sposare l’ambizioso progetto dei lagunari e di tornare in Serie A. Sigurdsson e Niang hanno caratteristiche molto diverse anche se entrambi possono essere impiegati sulle fasce nell’ormai collaudato 4-3-3 di stampo zanettiano. Intanto Padova e Triestina sono sulle tracce di Harvey St Clair, che non fa parte del progetto Venezia come Bocalon, Felicioli e Taugourdeau.


la MAGLIA: poco arancio e verde

Si ritorna all’antico, dopo la casacca arancioneroverde a strisce orizzontali che aveva riscosso grande apprezzamento tra i tifosi, al contrario della nuova che è già stata giudicata negativamente dalla maggioranza dei tifosi, soprattutto per la scomparsa quasi totale dell’arancio e del verde. Ieri è stata “lanciata” la maglia “home” dove si nota anche il nuovo leone stilizzato: il design e lo sviluppo della home jersey, così come il resto della collezione di prossima uscita che comprende altri tre kit da gara, è stato curato dall'agenzia creativa di New York Fly Nowhere, in collaborazione con Kappa, nuovo sponsor tecnico del Venezia. Maglia casalinga nera, arancione e verde ridotti al minimo, sono stati inseriti elementi dorati ispirati a monumenti, chiese e palazzi della città, presenti anche le stelle dorate dell'iconica Basilica di San Marco disposte a "V" con la scritta "Venezia" posizionata sul petto a celebrare la città. Verde e arancione presenti in una bandiera al centro del petto, sul colletto e sulle maniche.

SITO&WEB SHOP

Arriva anche il lancio del nuovo sito del club e del nuovo web store, disegnato dal Bureau Borsche, studio di Monaco di Baviera, all'indirizzo shop.veneziafc.it. —

Video del giorno

Che c'è a Cheese? Il resoconto della terza giornata

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi