L’Umana Reyer Venezia femminile è campione d’Italia dopo 75 anni

Basket, stagione straordinaria delle ragazze di Ticchi, scudetto strameritato per la Reyer in rosa. Schio abdica al termine di una partita strepitosa

VENEZIA. L’Umana Reyer Venezia è campione d’Italia dopo 75 anni. Finale dominata, Venezia in trionfo, Schio abdica al termine di una partita strepitosa. Stagione straordinaria delle ragazze di Ticchi, scudetto strameritato per la Reyer in rosa. Ticchi mescolale carte in avvio, non avendo recuperato Anderson: Pan in quintetto, Petronyte in panchina. Fagbenle apre la finale, avvio aggressivo delle due squadre, Gruda inizia a colpire dalla media distanza (7-9).

ECCO IL TABELLINO DELLA PARTITA

UMANA VENEZIA-FAMILA SCHIO: 72-58 UMANA VENEZIA: Carangelo 15 (3/7, 3/6), Pan 15 (3/6, 3/8), Penna 5 (1/2, 1/1), Howard 18 (5/7, 1/4), Fagbenle 11 (5/8); Bestagno 3 (1/3), Natali, Petronyte 5 (2/2), Meldere, Attura (0/6). Giampiero Ticchi. FAMILA WUBER SCHIO: : Dotto 2 (0/5, 1/1), Mestdagh 16 (5/7, 1/5), Harmon 2 (1/8), André 10 (4/8), Gruda 8 (4/19); Keys 4 (2/2), Cinili 5 (0/1, 1/4), De Pretto n.e., Trimboli n.e., Sottana 11 (1/6, 3/6). Allenatore: Pierre Vincent. ARBITRI: Maschio di Firenze, Foti di Vittuone (Milano) e Nuara di Treviso. NOTE – Parziali: 18-15, 38-23, 56-39Umana 8/16, Famila 7/7. Tiri da 2 punti: Umana 20/41, Famila 18/56, tiri da 3 punti: Umana 8/19, Famila 5/16. Rimbalzi: Umana 47 (Fagbenle 16), Famila 39 (Gruda 7). Assist: Umana 21 (Carangelo 6), Famila 16 (Mestdagh 4).

L’Umana c’è, difesa tentacolare e break di 9-0 (16-9) con Attura e Petronyte che fanno rifiatare Carangelo e Penna. La Famila è in apnea, si aggrappa alla classe cristallina dell’ex Sottana, che infila una doppia tripla (18-15). Vincent gioca con i due play, inserendo anche Dotto, tripla di Pan, 2+1 di Petronyte, l’Umana scappa via (26-17). La difesa dell’Umana è implacabile, rallenta ogni azione della Famila, Gruda è in panchina con due falli, solo Keys con i suoi movimenti riesce a costruirsi un paio di conclusioni vincenti (27-21).

La seconda parte del quarto è un assoluto dell’Umana, Attura e Carangelo difendono, recuperano palloni, stoppano. Il play campano si scatena anche in attacco: tripla del +11 (32-21), Schio si trova davanti una muraglia, anche perché Sottana smarrisce il feeling con il canestro. Schio segna un solo canestro con Mestdagh negli ultimi 4’34” (32-23), ma le triple di Pan (35-23) e Carangelo sulla sirena (38-23) scavano un solco profondo tra le due squadre. Vincent si aggrappa a Gruda, Carangelo continua a imperversare insieme a Howard (42-27), che infila la tripla del +20 (47-27). La Famila non vuole abdicare, Mestdagh e André provano a riportare in partita le orange (47-32), Cinili infila anche la tripla dall’angolo (49-35), ma Venezia rialza prepotentemente la testa, Carangelo è scatenata, Pan va in entrata (53-35) e poi esce per crampi.

Schio ci prova, Venezia la respinge (56-39). Sottana e Gruda riaccendono la finale (58-46), la tripla di Penna viene cancellata dal fallo in attacco di Petronyte. Famila che rientra a -10 (58-48), ma l’Umana non trema e riparte, 8-0 e nuovamente 18 punti in saccoccia (66-48). Schio non vuole abdicare, l’Umana inizia a sentire la stanchezza (67-52) e si ritrova con il bonus esaurito, Carangelo e Bestagno mettono le mani sullo scudetto.

Video del giorno

Eraclea, spiaggia piena, eliambulanza costretta a calare il verricello, ma il paziente muore

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi