In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
gli arancioneri fuori dalla zona playoff

Mestre, Corteggiano non basta per vincere l’Arzignano rovescia tutto con Calì e Lisai decide l’espulsione di Varotto nella ripresa

Anna Fabrello
1 minuto di lettura

ARZIGNANO

Il Mestre incappa in una pesante sconfitta al ritorno in campo dopo la pausa forzata. Al Dal Molin a conquistare tre punti fondamentali nella corsa ai playoff è l’Arzignano che supera gli arancioneri in classifica, così come il Cjarlins Muzane.

La squadra di Giampiero Zecchin scivola, infatti, al settimo posto ed è virtualmente fuori dagli spareggi, che pur rimangono a una sola lunghezza di distanza. Il Mestre scende in campo con il consolidato 3-5-2, anche se con diversi interpreti diversi rispetto all’ultima uscita, risalente allo scorso 18 aprile. L’approccio è quello giusto e nel corso dell’11’ arriva il vantaggio: punizione di Tiepolato da destra sul secondo palo per la testa di capitan Corteggiano che incorna e trafigge il portiere di casa. La reazione dell’Arzignano però arriva e nella seconda parte di primo tempo gli arancioneri faticano ad uscire dalla propria metà campo. Il pareggio della squadra di Bianchini arriva al 34’ dopo una gran sgaloppata centrale di Villanova, da cui Varotto si fa saltare troppo facilmente, che arriva al tiro, ribattuto sui piedi di Calì che trafigge Dadone.

Il Mestre torna invece a farsi vedere dalle parti di Circio al 45’, ancora con Corteggiano: il suo tiro viene deviato sopra la traversa.

Allo scadere, però, di nuovo Arzignano pericoloso con un colpo di testa di Daniele Forte, su cui riesce ad intervenire il portiere mestrino. La ripresa si apre con i padroni di casa avanti e al 9’ arriva l’episodio che cambia il match: Varotto, appena ammonito, si becca il secondo giallo e lascia i suoi in dieci per oltre 35’. La squadra di Bianchini allora prende ancora più coraggio e si riversa nella metà campo del Mestre che pur regge bene l’urto e concede poco ai propri avversari, almeno fino alla mezz’ora.

Il primo squillo è un contropiede, non finalizzato da Calì, ma poco dopo arriva il vantaggio dell’Arzignano con Lisai che scaraventa in porta il 2-1 da pochi passi. Al 38’ poi la nave di Zecchin rischia di affondare quando Calì, lasciato colpevolmente solo dalla difesa arancionera, si divora il tris. Corteggiano e compagni però riescono a rimanere in partita e al 40’ arriva una buona occasione per Brevi, che però colpisce male e la palla termina sul fondo. Nei minuti finali con le ultime forze rimaste il Mestre tenta anche l’assedio finale, senza riuscire però a creare veri grattacapi al portiere di casa. Al triplice fischio è quindi l’Arzignano ad esultare per la vittoria e per il sorpasso operato in classifica.Adesso la squadra di Giampiero Zecchin dovrà sfatare il tabù Baracca, domenica alle 16, ospitando il San Giorgio Sedico del chioggiotto Luca Tiozzo: per sperare ancora nie playoff bisognerà assolutamente conquistare i tre punti. —



I commenti dei lettori