L’altro Forte lascia già il segno «Bene per i gol, male il risultato»

Calcio Serie D. Con Zecchin da due giorni, ha segnato una doppietta «Il Mestre ha giocato bene, nel finale ci sono mancate le gambe» 

il personaggio

Una sconfitta dura e inaspettata contro il Chions che, comunque, lascia almeno qualcosa di positivo. Dopo le quattro reti prese in casa dall'ultima in classifica, e in attesa sempre più urgente del recupero degli infortunati di lungo corso, capitan Fabiano in primis, il Mestre si gode per lo meno l'arrivo dell'atteso centravanti.


Riccardo Forte è a disposizione di Giampiero Zecchin solo da lunedì dopo un girone d'andata alla Cavese con poche presenze e un brutto infortunio, ma sono bastati poco meno di novanta minuti per portarlo all'attenzione dei tifosi. Due reti, una in velocità e una seconda di pregevole fattura al volo, ma soprattutto uno spirito guerriero e la voglia di non tirare mai indietro la gamba che ne fa subito il partner perfetto in avanti per giocatori tecnici come Fabiano o Telesi. «Sono ovviamente contento per i gol proprio all'esordio», dice Riccardo, «Chiaro che devo ancora trovare più continuità e maggior forza nelle azioni, ma era la prima partita quasi completa da un bel po' di tempo. Al di là del risultato negativo, penso che la squadra abbia giocato bene. Mancavano in tanti, eravamo per lo più giovani e giovanissimi e forse nel finale si sono tagliate le gambe».

A Mestre, intanto, nessun problema di ambientazione per un giovane che, partito dall'esordio in Europa League con il Milan, si trova per la prima volta ad affrontare la categoria: «Mi trovo già bene con i molti giovani in campo, e devo dire che i più grandi stanno facendo un ottimo lavoro, perchè si vede che ci tengono ad unire la squadra non solo in campo ma anche fuori nella vita di tutti i giorni».

Come da tradizione, paste offerte al resto della squadra per la prima rete con gli arancioni (non sappiamo se doppie...) e uno Zecchin che può trovare qualcosa di positivo anche in un periodo decisamente difficile per il Mestre. «Forte è arrivato lunedì, pensavo di farlo giocare meno ma chi era in campo non mi stava convincendo e, dopo un inizio shock, ho deciso di metterlo subito in azione. E' un ottimo elemento che può coprire vari ruoli in avanti e che sarà sicuramente utile alla squadra per uscire da un momento no soprattutto dal punto di vista dei risultati più che del gioco». —

Massimo Tonizzo

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi