Un’altra rimonta da sballo Ma la più bella resta quella dei due gol di Maniero

Venezia

Un’altra “remuntada” da 0-2 a 3-2. La più famosa rimane quella della stagione 98-99 contro l’Empoli al Penzo (20 gennaio), recupero della gara sospesa per nebbia a Epifania in Serie A. Due rigori di Arturo Di Napoli (17’ per fallo di Taibi sull’attaccante e 38’ per fallo di mano di Bilica) avevano spinto il Venezia sul baratro, in inferiorità numerica per l’espulsione di Fabio Bilica, e Novellino all’intervallo aveva già le valigie in mano. Una partita riaperta al 9’ della ripresa da Valtolina di testa, riequilibrata alla mezz’ora da Maniero con un colpo di testa, dopo che Di Napoli aveva scaraventato sul palo il pallone del 3-1, poi SuperPippo completò il sorpasso a 4’ dalla fine con quel colpo di tacco, su assist di Recoba, entrato nella galleria dei gol più belli. Cinque anni dopo, in serie B, toccò a Guidoni diventare l’eroe del derby con il Verona (21 settembre 2004): giallobù avanti di due reti (Bogdani al 10’, Biasi al 20’) nel primo tempo. Rimonta del Venezia di Ribas nella ripresa: prima Guidoni (6’), poi il brasiliano Anderson (24’) e ancora Guidoni (33’). Infine, due anni fa (11 maggio), la tripletta di Zigoni a Carpi, ultima giornata di campionato e modenesi sul 2-0 con Cissé e Koulibaly. Cosmi giocò il jolly Zigoni, ma il Venezia stava ancora perdendo (1-2) al 44’, poi i due colpi di testa dell’attaccante che valsero i playout. —




Polpette di cavolfiore con curcuma, uvetta e anacardi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi