«La partita si è decisa alla fine del secondo quarto»

SCHIO

«È stata una partita nella quale la Famila ci ha dominato».


Alla fine del derby del Pala Romare Giampiero Ticchi è eloquente: il coach dell’Umana, che ha provato a scuotere la sua squadra durante i timeout. «Schio è stata più determinata di noi fin dal primo pallone», ha aggiunto il tecnico orogranata, «aveva più energia della mia squadra».

Eppure in avvio l’Umana aveva messo tanta pressione in difesa alle avversarie.

«Noi abbiamo iniziato anche abbastanza bene, poi si vedeva anche nelle piccole cose, perdendo ad esempio palloni facili, che la Famila era più presente. La fisicità della squadra di Vincent ci ha messo in difficoltà ed è evidente nei 62 punti che siamo riusciti a realizzare, mentre di solito la nostra media è molto più alta».

Il momento chiave del derby si è registrato nei minuti finali prima dell’intervallo lungo quando dal –4 l’Umana si è ritrovata a –11. «La partita credo si sia decisa nell’ultima parte del secondo quarto, quando eravamo quasi a contatto e Schio ci ha rifilato un break che ha scavato un solco di 11 punti. Quel parziale ci ha demoralizzato, aumentando invece l’entusiasmo nelle nostre avversarie. Abbiamo provato, senza riuscirci, a rientrare all’inizio della terza frazione, così si è anche scavato questo divario che forse ci punisce in maniera eccessiva, ma bisogna fare i complimenti a Schio per l’ottima partita che ha disputato» . Nonostante la sconfitta l’Umana rimane da sola in testa alla classifica e, senza ulteriori passi falsi, il primo posto è ancora nelle mani della squadra di Ticchi, che dovrà superare indenne soprattutto la trasferta a Ragusa.«Noi abbiamo dimostrato che ci stiamo avvicinando a Schio», ha aggiunto il tecnico dell’Umana, «che stiamo percorrendo un viaggio per diventare una squadra vincente, ma che c’è ancora qualcosa da imparare dalla Famila e il derby ne è stata una dimostrazione». Prima sconfitta della stagione.

«Dispiace perdere dopo una striscia di 25 partite, noi non abbiamo pressioni, la squadra favorita rimane ancora Schio. Nello sport, chi è più bravo, vince». E l’Umana proverà ad avvicinarsi ulteriormente a Schio nella Final Eight di Coppa Italia e poi nei playoff che assegneranno lo scudetto. —

M. C.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi