Calcio, il Venezia vince 2-0 anche a Pescara: marcia da promozione

Aramu in azione a Pescara

La squadra di Zanetti passa in Abruzzo grazie a un autogol di Sorensen e a un colpo di testa di Modolo. Secondo posto a un punto

PESCARA. Il Venezia vince 2-0 a Pescara e consolida la sua posizione in zona playoff. Ottima la partita dei lagunari, soprattutto nel primo tempo, e le reti vincenti sono arrivate dall’autorete di Sorensen e dal colpo di testa di Modolo. Il Pescara ha fallito un rigore al 42’ della ripresa con Ceter. Nel Venezia assente Forte per un problema plantare.

Al 16’ gli ospiti sono già in vantaggio; angolo dalla sinistra di Taugourdeau ci mette la testa il pescarese Sorensen, non lasciando scampo al proprio portiere Fiorillo. Cinque minuti dopo, bel contropiede concluso con una botta da fuori area di Di Mariano ma il portiere abruzzese si salva. La reazione del Pescara è un tiro sbagliato da fuori di Masciangelo al 27’.

Due minuti dopo grande occasione per il Venezia; Scognamiglio serve in modo involontario Bocalon ma l’attaccante, solo davanti al portiere, si fa respingere il tiro ravvicinato. I lagunari giocano bene, sviluppano una buona manovra ma concretizzano poco. A inizio della ripresa, gli abruzzesi si presentano con tre cambi nel tentativo di raddrizzare la gara. Ma dalle parti di Pomini si rischia poco.

Anzi, il Venezia raddoppia al 30’ con Modolo; angolo di Dezi, svetta in mezzo all’area di testa il capitano e Fiorillo è battuto. Due minuti dopo, prima parata di Pomini, costretto a mettere in corner un colpo di testa insidioso di Scognamiglio.

A cinque minuti dalla fine, Felicioli entra in contatto con Ceter (fallo piuttosto dubbio) ma dal dischetto lo stesso attaccante pescarese manda alto. Poi i rischi per i lagurani si azzerano e arrivano tre punti importanti e fondamentali.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi