In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Campionati, i calendari con lo stop di domenica

Prima giornata sospesa per Promozione, Prima e Seconda «Troppi giocatori positivi al Covid, mancano regole certe»

Giovanni Monforte
1 minuto di lettura

Giovanni Monforte / MESTRE

Clamorosa decisione nei Dilettanti. Finalmente i calendari dei campionati sono stati stilati, ma domenica i tornei non partiranno.

Ieri il Consiglio direttivo del Comitato regionale della Figc ha deliberato di sospendere la prima giornata, che si sarebbe dovuta giocare domenica. Il rinvio riguarda i campionati di Promozione, Prima Categoria e Seconda Categoria. Ma anche i tornei giovanili delle categorie Juniores, Allievi e Giovanissimi.

Domenica, dunque, scenderanno in campo solo le squadre di Eccellenza, che saranno impegnate regolarmente nel primo turno dei quadrangolari della Coppa Italia. Manifestazione, quest’ultima, legata a calendari nazionali e dunque non rinviabile. Per i vertici del calcio regionale, la scelta di sospendere l’avvio dei tornei è stata una decisione sofferta, ma inevitabile. «Dobbiamo essere prudenti», spiega il presidente Giuseppe Ruzza. Tre i motivi alla base della scelta, chiariti nel comunicato diffuso ieri pomeriggio. Il primo riguarda l’evolversi della situazione sanitaria, con un numero crescente di casi di positività emersi tra i giocatori. Sono almeno quattro le società in cui sono state riscontrate delle positività in rosa. Tra queste, ci sono anche il Conegliano e i vicentini della Calidonense, entrambe iscritte in Promozione. Ci sono poi i contenuti del nuovo Dpcm appena varato dal governo Conte e ancora oggetto di valutazione da parte della Lega Nazionale Dilettanti. Ma, soprattutto, in merito ai protocolli sanitari, il Comitato regionale e le stesse società sono ancora in attesa di delucidazioni riguardo al nodo dell’isolamento fiduciario, «provvedimento che se rimanesse tale rischia di inficiare il futuro dell’attività», si legge nel comunicato diffuso dalla federazione ieri. Già nei giorni scorsi tutti i presidenti dei Comitati regionali dell’Area Nord della Figc avevano preso posizione, chiedendo chiarimenti in merito a quest’aspetto del protocollo sanitario. Il Comitato veneto è in attesa di delucidazioni in materia anche da parte delle istituzioni. «In particolare dalla Regione. Siamo in attesa di un confronto con l’assessore alla sanità Lanzarin», conclude Ruzza. La data del recupero della prima giornata sarà resa nota a breve. —

I commenti dei lettori