Calvi, terza vittoria consecutiva Ridimensionata la Liventina

Primo tempo straripante con i gol che costano la seconda sconfitta ai trevigiani Doppietta di Franceschi (destro al 15’ e sinistro al 24’), al 90’ segna Akafou

Noale. La Calvi vince meritatamente 2-1 con la Liventina e porta a casa il terzo successo consecutivo. È una Calvi Noale in fiducia quella che sfida alla sesta di andata la Liventina. Dopo un inizio zoppicante la formazione di Matteo Vianello dalla quarta giornata sembra aver ritrovato la condizione che ne aveva caratterizzato il rendimento nella seconda parte della scorsa stagione.

E adesso dopo due successi consecutivi ospita in via dei Tigli una Liventina in zona play off, per quel che vale la classifica di ottobre, ma che soprattutto ha conosciuto un unico stop di misura a San Donà.


E a dimostrazione dell’ottimo livello degli ospiti ci sono i primi dieci minuti di gioco, in cui l’undici di Vecchiato mette pressione alla difesa casalinga.

Al 10’ l’episodio che potrebbe cambiare le sorti dell’incontro. Al secondo calcio d’angolo in pochi minuti, cross dalla sinistra e sul secondo palo Ferrarese riesce a colpire indisturbato, palla che coglie in pieno la base del palo e torna in campo dove Ianneo a pochi passi dalla porta vede contrastato il suo tiro da Busatto, poi preda di Fornea.

Il pericolo scampato desta la formazione di Matteo Vianello che comincia a spingere con più determinazione e al 15’ passa.

Gazzola va via in dribbling sulla destra, palla arretrata al centro per Franceschi che di destro coglie in contropiede Memo, 1-0.

Al 19’ bel contropiede di Fiorica che punta l’area, si accentra e lascia partire un tiro che sorvola di poco la traversa. Pochi minuti e al 24 ’Franceschi dal limite trova un sinistro imparabile sul palo alla destra di Memo, 2-0.

Due colpi da ko che la Liventina fatica a digerire, con la Calvi che continua a premere. Al 33’De Bortoli impegna Memo di piede e al 39’è Fiorica a sfiorare la deviazione decisiva.

Riposo e poi la Liventina rientra in campo con maggiore determinazione nei secondi 45’ e cerca di alzare il baricentro del suo gioco.

Così al 5’ è Ferrarese che impegna Fornea in corner, con la complicità del palo. Ma la maggiore pressione offensiva espone gli ospiti alle veloci ripartenze della Calvi che al 7’ va al tiro con Franceschi, respinge di pugni Memo. Che si deve allungare al 14’ sul tiro di Gazzola nato da un veloce contropiede noalese con De Poli sulla sinistra, palla al centro per Taddia e tocco per Gazzola che conclude. Vecchiato prova dare una scossa con una serie di cambi, ma a parte una insidiosa conclusione di Boem attorno al 30’ il canovaccio della partita non cambia. Sfida che si riaccende solo al 45’ con il 2-1 dalla distanza di Akafou, ma ormai è troppo tardi. —

Alessandro Torre

Video del giorno

Il concerto di Hendel alle Cinque Torri di Cortina

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi