Collauto in Senegal e a Parigi a seguire i talenti del futuro

Dall’Africa a Parigi, arricchendo il data base del settore giovanile con tanti nomi di prospetti che potrebbero interessare in futuro anche la prima squadra del Venezia. Mattia Collauto, responsabile...

Dall’Africa a Parigi, arricchendo il data base del settore giovanile con tanti nomi di prospetti che potrebbero interessare in futuro anche la prima squadra del Venezia. Mattia Collauto, responsabile del settore giovanile arancioneroverde, è passato nel giro di qualche giorno dal caldo di Dakar e dintorni all’afa della capitale francese. »In Senegal ho assistito a cinque partite delle qualificazioni alla Coppa d’Africa under 17», ha spiegato Collauto, «sono manifestazioni alle quali è importante essere presenti perché un conto è ricevere la segnalazione di un giocatore e un altro crearsi un archivio con annotazioni personali. Ho visto tanti elementi interessanti, non a caso si sono scomodati gli osservatori anche di grandi club europei. Personalmente ho visto inviati di Ajax, Paris Saint-Germain w Manchester United».

Nei prossimi mesi, Mattia Collauto metterà altre bandierina. «Il programma prevede visite di lavoro in Belgio, Grecia, Ungheria e Polonia». Intanto, da registrare, il soggiorno a Parigi. «Sì, anche in Francia, ho assistito a tre partite di un torneo. È stato interessante». (M. C.)


Video del giorno

Quanti milioni ha perso Lush, l'azienda felice senza social

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi