Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Non basta l’orgoglio di Gemelli Martellago si piega alla Luparense

SCORZÈReal Martellago-Luparense ha insegnato due cose. La prima: i padovani sono forti e possono recitare un ruolo da protagonisti, dipende da loro. La seconda: i martellacensi hanno tanto da...

SCORZÈ

Real Martellago-Luparense ha insegnato due cose. La prima: i padovani sono forti e possono recitare un ruolo da protagonisti, dipende da loro. La seconda: i martellacensi hanno tanto da lavorare ma una squadra così non si troverà tutte le domeniche, anche se il girone è tosto e con le “grandi” si dovranno fare punti per disputare un torneo tranquillo. E alla svelta, visto che domenica si andrà a Treviso.

La Luparense ha sempre avuto in mano la partita sin da subito e anche se i giallob ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SCORZÈ

Real Martellago-Luparense ha insegnato due cose. La prima: i padovani sono forti e possono recitare un ruolo da protagonisti, dipende da loro. La seconda: i martellacensi hanno tanto da lavorare ma una squadra così non si troverà tutte le domeniche, anche se il girone è tosto e con le “grandi” si dovranno fare punti per disputare un torneo tranquillo. E alla svelta, visto che domenica si andrà a Treviso.

La Luparense ha sempre avuto in mano la partita sin da subito e anche se i gialloblu hanno iniziato la ripresa con orgoglio, alla lunga sono stati più gli ospiti ad andare vicini alla quarta rete che i ragazzi di Piovesan a rimettersi in carreggiata del tutto.

La partita è stata piuttosto divertente sul neutro di Peseggia; i bianchi di San Martino di Lupari hanno impiegato pochi minuti per riversarsi nella metà campo avversaria, per primi sono andati vicini al vantaggio ma il tiro ravvicinato di Pietribiasi è stato deviato sul più bello.

La gara del Real Martellago avrebbe potuto prendere una piega diversa se Busetto, solo davanti al portiere, non si fosse fatto respingere il destro dallo stesso Lovato. Da qui in avanti, la Luparense ha alzato il ritmo ed è stata dura. Christian Beccaro, incontrastato sulla sinistra, scendeva spesso e in una di queste incursioni faceva secco Bardella. Neanche il tempo per riorganizzarsi e il Real Martellago si trovava una montagna da scalare, quando Niero stendeva Pietribiasi, che dal dischetto trasformava.

Nella pausa, Piovesan provava a scuotere i suoi ragazzi e i primi minuti fanno sperare. In un paio di opportunità, Gemelli andava vicino a riaprire la partita, prima sbagliando da pochi passi, poi, in tuffo, colpendo di testa la traversa. Proprio quando il Real Martellago stava producendo il massimo sforzo la Luperanse dava il colpo di grazia con un’azione in velocità, che metteva Fantinato nelle condizioni di appoggiare a rete. Per Gemelli arrivava la soddisfazione della rete ma ormai il risultato era andato. «Loro sono forti», dice Piovesan, «e sino allo svantaggio siano stati perfetti. Poi abbiamo subito due reti da polli».

Per Cunico invece «la vittoria è meritata e siamo attrezzati per ambire a certi traguardi». —

Alessandro Ragazzo