In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Progetto Reyer, festa di fine stagione

Con i giocatori granata anche i ragazzi delle 28 società aderenti

1 minuto di lettura

MESTRE. Ventotto società, oltre cinquemila giocatori coinvolti con l’arrivo pochi giorni fa anche del Veneto Basket Orientale: il Progetto Reyer è stato uno dei capisaldi della gestione Brugnaro fin dal 2006, quando il club granata ha dovuto rifondare quasi da zero il settore giovanile. E ogni anno si chiude con la grande festa che vede coinvolti dirigenti, allenatori e giocatori delle società che hanno aderito strada facendo al Progetto Reyer. La società ha festeggiato i club del Progetto Reyer al centro commerciale Nave de Vero, a Marghera. Steve Giant, speaker del Taliercio, sul palco “armato” di microfono, seduti dietro di lui i testimonial delle due squadre seniores dell’Umana Reyer Venezia: Tomas Ress, Bruno Cerella e Paul Biligha con la compagnia della sua bimba, Debora Carangelo Martina Kacerik e Valeria De Pretto, ai quali alcuni giovani cestisti, saliti sul palco, hanno posto varie domande. All’evento ha partecipato anche il baller freestyler Enzo “Esav15” Savoca che ha intrattenuto i presenti con giocate spettacolari. Il progetto Reyer coinvolge, oltre all’Umana Venezia, società del centro storico (Carmini Venezia. Pall. Lido, Pall. Murano), della terraferma mestrina (Favaro, Marcon, Mestrina, Castellana, Junior San Marco Mestre), di Riviera e Miranese (Salzano, Spinea, Mirano, Dolo Dolphins, Riviera, Libertas Scorzè), della Venezia orientale (JesoloSanDonà, Litorale Nord, Bc Jesolo e Basket Veneto Orientale con Caorle, San Stino di Livenza e Annone) ex extra provincia (DuomoFolgore Treviso, Olimpia Castelfranco, Sistema Rosa Pordenone, Caselle Padova, Rucker San Vendemiano, Futurosa Trieste e Pink Terni). (m.c.)

I commenti dei lettori