Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Buscaino trascina il Caorle al successo

Partita sempre in pugno, niente da fare per Monfalcone

SAN STINO. Che si giochi al Pala Mare, ad Annone Veneto o alla “Marta Russo” di San Stino cambia poco per lo Sme Caorle. Il palazzetto di casa è occupato per una manifestazione sportiva, teatro della sfida che vale il terzo posto è in riva al Livenza.

Lo Sme vince e convince in una sfida dal sapore di playoff e lo si capisce da come vanno le cose in campo. Difese a uomo con le mani ovunque per non fare pensare troppo l’avversario, Bianchini, Masocco e Buscaino usciranno per cinque falli. St ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN STINO. Che si giochi al Pala Mare, ad Annone Veneto o alla “Marta Russo” di San Stino cambia poco per lo Sme Caorle. Il palazzetto di casa è occupato per una manifestazione sportiva, teatro della sfida che vale il terzo posto è in riva al Livenza.

Lo Sme vince e convince in una sfida dal sapore di playoff e lo si capisce da come vanno le cose in campo. Difese a uomo con le mani ovunque per non fare pensare troppo l’avversario, Bianchini, Masocco e Buscaino usciranno per cinque falli. Stessa cosa per Skerbec e Tonetti dall’altra. A proposito di Skerbec, il numero 22 della Falconstar si conferma il giocatore più prolifico della Serie C Gold girone Veneto, 22 punti e 6/7 da due. Buscaino e Bianchini si alternano su di lui, ma la volontà di coach Ostan era quella di concedere magari qualcosina di più al forte pivot sloveno ma non lasciare respirare le due guardie tiratrici Tonetti e Colli. Buscaino parte forte, 5 punti su 7 del 7-5 dopo 3’12” di gioco sono suoi. Le due squadre vanno a braccetto per un po’, ma sono i litoranei a tentare l’allungo più di una volta (27-22, 34-29).

Lo Sme rompe gli indugi all’uscita degli spogliatoi dopo il lungo intervallo. Il break dei padroni di casa è di 8-4, con i canestro di Masocco, Bianchini (4 punti) e Rubin e lo Sme è sopra di 9 (42-33) a 6’13” dalla terza sirena. Masocco ribadisce un attimo dopo con un gioco da tre punti (45-36) e Buscaino segna il +10 (47-37) a 3’16” dal 30’.

Nell’ultimo quarto la squadra di Ostan non tradisce e con continui cambi di quintetti, quattro piccoli più Rizzetto da cinque o uno alto con Rizzetto, Bianchini, Rubin, Masocco e Nardin manda in confusione i goriziani che non riescono a rimontare il divario creatosi nel corso del terzo periodo. Rizzetto dalla lunetta segna il massimo vantaggio dell’incontro, +11 (70-59) a 18” dalla fine. (th.ma.)