Mestre, primo allenamento al Baracca

Calcio serie D. Gli arancioneri guidati da Zironelli ieri al raduno, giovedì presentazione (Auchan) poi il ritiro a Calalzo

MESTRE. La grande novità, svelata solo ieri, mentre i giocatori del Mestre appena radunati si stavano cambiando negli spogliatoi di Zelarino per le foto di rito (la vera presentazione è fissata per giovedì 28 alle 18 alla Porta Mestre del Centro Auchan) è che il primo allenamento si è svolto allo stadio Baracca. Niente di definitivo, intendiamoci. Per ora è stato dato in concessione solo il campo e solo per gli allenamenti da ieri fino alla partenza per il ritiro e saranno categoricamente a porte chiuse, ma la società intravvede nell'autorizzazione, arrivata la settimana scorsa e tenuta segreta, un primo passo e ottimo segnale per il futuro. Per il resto tanti volti nuovi e molti sorrisi da parte dei giocatori, caricati per bene dal nuovo allenatore Mauro Zironelli. «Sono molto contento o - perché abbiamo preso i giocatori che volevamo» ha ribadito il tecnico vicentino «e sono tutti prime scelte. Ora sarà responsabilità mia metterli in campo e ottenere da loro il massimo. Si è creato un buon mix tra giovani e vecchi. Moduli? Penso di partire con una difesa a tre e poi seguire le caratteristiche dei ragazzi e vedere se schierare un centrocampo a cinque o a quattro con tre punte o due più un trequartista. Vedremo. Adesso una settimana di lavoro anche per conoscerci bene e poi partenza per il ritiro di sette giorni con un'amichevole con una rappresentativa del posto».

Tra i reduci della scorsa stagione c’è anche Giacomo Pettarin. «Sono felice di essere rimasto e vedendo squadra e giocatori penso si possa fare molto bene quest'anno. Zironelli? Sono entusiasta per il suo arrivo. Mi avevano parlato molto bene di lui, ho imparato a conoscerlo, ho massima fiducia e umanamente mi ha dato ottime impressioni perché ha idee molto chiare su cosa pretende. Intanto pensiamo a noi. Quando sono arrivato a gennaio scorso mi sono trovato subito molto bene e non ho avuto dubbi nel restare anche se avevo ricevuto offerte. Dei nuovi conosco Politi e Papo Boscolo con i quali ho vinto il campionato con il Porto Tolle e anche Kabine. Penso ci toglieremo molte soddisfazioni».

Gian Nicola Pittalis

Video del giorno

Quirinale, Bonino: "Addolorata dal metodo carbonaro per eleggere il Presidente. Inutile stare qui"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi