In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Julia Sagittaria, largo ai giovani ma obiettivo playoff

Una serie di novità per la squadra del presidente Canella. Resta l’incognita Cervesato

1 minuto di lettura

CONCORDIA SAGITTARIA. L'estate 2016 sarà il nuovo anno zero in casa Julia Sagittaria (Prima categoria). Il nuovo allenatore è Fabio Piva 42 anni, ex Pramaggiore, in passato a Lugugnana. Nuovo anche il direttore sportivo, Paolo Pestrin, nelle ultime stagioni a Lugugnana, ma concordiese doc. Assieme a lui rientrano da Lugugnana in nerazzurro i prestiti dei fratelli Giovanni e Federico Bozzato, Nicola Fiorin e Venturuzzo. Dal Portogruaro rientra per fine prestito il centrocampista Zanotel. Non molti i confermati: Trevisiol, Tamai, Perrotta, Bianco, Flaborea e Franzin. Grande punto interrogativo sul nome di Cristian Cervesato: l'esperto jolly potrebbe lasciare la Julia, avendo proposte da categoria superiore. «Faremo una squadra fondata principalmente sul nostro settore giovanile» commenta il presidente Luigino Canella» anche se non mancheranno due o tre rinforzi esterni. Vogliamo ritentare l'assalto alla zona playoff».

A proposito di vivaio... «Continueremo con gli juniores regionali, mentre tutte le altre squadre parteciperanno a tornei provinciali. Manterremo tutte le squadre, per un totale di circa duecento tesserati. Non possiamo non attingere da questo grande serbatoio per il futuro della prima squadra». La Julia pertanto volta pagina, cercando di dimenticare in fretta la cocente delusione dello scorso campionato, quando la società nerazzurra con l’allora direttore sportivo Valdo Pagotto, ha visto lo sgretolamento progressivo del gruppo e a nulla valse il cambio tecnico prima di Natale, da Edgard Moras ad Agostino Flaborea. La Julia non riuscì nemmeno a centrare i playoff. Ora si cambia, con una nuova politica autarchica.

Gianluca Rossitto

I commenti dei lettori