Brugnaro: «Bisogna fare in fretta se vogliamo salvare il Venezia»

L’appello del sindaco per garantire alla squadra di calcio almeno la partecipazione alla serie D «È rimasto poco tempo ormai a disposizione, quindi chi è interessato deve contattarmi subito»

MESTRE. Giornata interlocutoria con appello del sindaco Brugnaro. Nessun contatto de visu, ieri, tra Brugnaro ed eventuali imprenditori interessati a rifondare un nuovo club arancioneroverde, non saranno mancati altri contatti telefonici tra il primo inquilino di Ca’ Farsetti e i suoi interlocutori, in attesa che domani il Consiglio Federale ufficializzi la “morte” dell’FBC Unione Venezia di Yuri Korablin. Il sindaco ha finora visto, martedì, i rappresentanti di una sola cordata, gli interlocutori italiani della cordata americana, ed è in attesa di inserire nell’agenda degli appuntamenti un incontro con un altro gruppo italiano, probabilmente quello che ha come testa di ponte Vincenzo Marinese, che sta aspettando l’arrivo di persone da fuori Venezia. «Bisogna pazientare ancora un paio di giorni al massimo», ha spiegato l’ex amministratore delegato dell’SSC Venezia, «credo che domani potrò dare una risposta precisa al sindaco Brugnaro».

I tempi comunque stringono, è vero che il 25 luglio non è dietro l’angolo, ma poco ci manca. Anche Ca’ Farsetti punta a velocizzare le trattative tanto che in serata il sindaco Brugnaro ha lanciato una sorta di appello. «Ho preso atto che non ha avuto seguito l’operazione di salvataggio della categoria Lega Pro», ha spiegato il sindaco, «sto seguendo l'evolversi della situazione da vicino e con particolare attenzione. L’obiettivo primario è che il calcio a Venezia possa riprendere - dalla serie D - con un progetto nuovo, credibile e in grado di garantire un futuro certo alla società, a tutela di tutti coloro che a diverso titolo credono, con amore e passione, in questa importante realtà».

Porte aperte a chiunque a Ca’ Farsetti. «Sono a completa disposizione per ricevere, dialogare e approfondire ogni questione con tutti i soggetti che siano interessati a rilevare la società per consentirle di ripartire dentro questa logica».

Alla fine l’invito a sbrigarsi. «Dato il poco tempo a disposizione», conclude Brugnaro, «invito pubblicamente i singoli e le eventuali cordate che fossero intenzionati a impegnarsi a contattarmi direttamente presso la mia segreteria a Ca’ Farsetti, allo scopo di prendere una decisione definitiva entro la fine di questa settimana».

Non c’è tempo da perdere, bisogna verificare la solidità finanziaria dei possibili nuovi proprietari, andare da un notaio a costituire la nuova società, presentare la domanda di nuova affiliazione alla Federcalcio chiedendo al presidente federale Tavecchio l’inserimento in sovrannumero nella prossima serie D. Possibile che il sindaco dica qualcosa di più preciso nel corso dell’incontro di domani a mezzogiorno con la stampa a Ca’ Farsetti. Ieri l’associazione VeneziaUnited ha spedito alla segreteria del sindaco Brugnaro una richiesta di incontro.

Michele Contessa

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il soldato russo sorpreso nel sonno dagli incursori

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi