Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Real vola, ma per ora niente illusioni

Calcio Dilettanti. Nel girone D di Promozione sorprende il ko del Portogruaro

MARTELLAGO. Comanda il Real Martellago. Sempre di più, con l’autorità di chi ormai ha scoperto le sue carte. Sembra quasi non esserci storia nel girone D di Promozione, alla seconda giornata di ritorno. La capolista conduce le danze dall’alto dei suoi 43 punti, a +4 dal Careni Pievigina. L’undici di Matteo Vianello domenica ha espugnato il terreno della Gorghense per 2-0, «un campo dove è difficile giocare, dove ci si può chiudere in difesa e ripartire, ma siamo riusciti a risolverla lo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MARTELLAGO. Comanda il Real Martellago. Sempre di più, con l’autorità di chi ormai ha scoperto le sue carte. Sembra quasi non esserci storia nel girone D di Promozione, alla seconda giornata di ritorno. La capolista conduce le danze dall’alto dei suoi 43 punti, a +4 dal Careni Pievigina. L’undici di Matteo Vianello domenica ha espugnato il terreno della Gorghense per 2-0, «un campo dove è difficile giocare, dove ci si può chiudere in difesa e ripartire, ma siamo riusciti a risolverla lo stesso» racconta Enrico Busolin ds del Real Martellago che però non vuole soffermarsi sulla propria squadra più di tanto.

«Viviamo alla giornata. Sappiamo che chiunque ci incontra vorrebbe farci lo sgambetto, così noi non facciamo programmi andiamo avanti partita per partita». Nel frattempo però nell’ultimo turno c’è stato il colpo della Julia Sagittaria nel derby con il Portogruaro. «Non mi sarei mai aspettato la vittoria della Julia, perché è un gruppo molto giovane che affrontava una delle migliori difese del girone. Il Portogruaro, dietro al Careni, ha uno dei reparti meno battuti di tutti i campionati dilettantistici, fino a ieri solo sette reti, e prenderne due a Concordia… Comunque credo che giocare a Portogruaro, più di qualsiasi altro campo in questa categoria, non sia così semplice. C’è una grossa attesa da parte dei tifosi, aspettative che ti caricano di responsabilità e non è mai facile fare risultato, vedi proprio l’ultimo turno. Per la Julia una grande iniezione di fiducia per il prosieguo del campionato. Mentre il Maerne ha visto vanificare tutti i suoi sforzi con la sospensione della partita con il Ponzano. «Proprio sfortunati. Stavano conducendo per 2-0 a quindici dalla fine e hanno dovuto interrompere la partita. Dovranno rigiocarla, invece avrebbero potuto avere tre importanti punti in più anche se con la regola delle sei lunghezze di distacco adesso sarebbero lo stesso salvi».

Tra le “nostre”, quali le sorprese del girone? “Una buona Fossaltese, il FavaroMarcon mai domo, sotto di due reti a Musile sono riusciti a riequilibrare le sorti dell’incontro. Proprio il Città di Musile che incontreremo domenica è una delle incognite del campionato. Hanno una serie di giocatori di categoria superiore eppure sono così indietro in classifica. Probabilmente la semifinale di coppa sta distogliendo molte energie».

Alessandro Torre