Venice Cup, Nave batte il campione del mondo

Karate. Al Pala Expomar argenti per Mognato e Zuin del Borbiago. Tre medaglie anche per l’Asi Noale

CAORLE. Impressionante come numero di atleti e di nazioni partecipanti, si è conclusa la tre giorni di karate organizzata dalla Asi Karate di Noale e dalla Germinal Castelfranco al Pala Expomar di Caorle, per la 23ª edizione della Venice Cup. Gli oltre 1.700 atleti di 22 nazioni, hanno gareggiato, suddivisi per categorie, nel kata (forma) e nel kumite (combattimento). La Fijlkam ha partecipato con una selezione di giovani azzurri, 44 tra maschi e femmine, visto che anche altre nazioni avevano optato per la Venice Cup come banco di prova.

A dirigere gli atleti azzurri i coach delle rispettive specialità Loria, Portoghese, Costa, Maurino. Oltre all’Italia era presente quale gruppo ufficiale anche la Francia con il ct Alexandre Biamonti, icona del karate d’oltralpe, ma oltre a loro varie società dalla Croazia con 83 atleti, l’Inghilterra 34, la Danimarca con 20, Scozia 18, l’Austria 18, la Bielorussia 14, la Svezia 13, la Romania 10, per poi passare a qualche unità dagli USA , Polonia, Kosovo, e dieci atleti dall’Indonesia che, nel kata senior femminile, ha vinto l’oro con Maryam Siti. Oro anche al Brasile con il senior Williames Santos.

Un incrocio di lingue e di tecniche state giudicate dai 150 arbitri presenti nei 12 tatami sui quali si è svolta la competizione. Con questo parterre i portacolori del Veneto non sono riusciti ad imporre la loro supremazia tecnica, conquistando solo le piazze d’onore tranne che nella categoria master 35-67 dove il trevigiano Paolo Nave, campione mondiale master, ha superato nell’incontro di finale il finlandese Jussi Saila. Vista l’importanza della manifestazione è voluto essere presente l’allenatore della nazionale Italiana, Salvatore Loria che ha colto l’occasione per condurre uno stage di approfondimento sulle tecniche di approccio alla gara ad un gruppo ristretto di atleti ed insegnanti.

Pertanto nelle 38 categorie di kata e nelle 108 di kumite solo podi, non di quantità, ma di spessore, e questo è il medagliere dei veneziani e trevigiani.

Medaglia Oro a Paolo Nave ( Treviso Karate) Master 35-67. Argento: Marco Mognato (arate Borbiago) esordienti B -57, Sathya Zuin (Karate Borbiago) esordienti B – 68, Cristiano Ranieri (Asi Veneto Noale) Esord. A -75, Irene Furlanetto ( Jtakyoei Gorgo al Monticano) Esord. A -60 kg, Alice Belvini (Germinal Castelfranco) Esord. A -42 kg. Bronzo: Devis Braggion ( Karate Cavarzere) Master 35-67, Alex Rossi (Shotokan Fossalta) Esord. B .70 , Rachele Mazzion (Shotokan Venezia) esord. B 60 kg. , Giulia Bernardi (Asi Karate Noale ) senior + 68, Enrico Pizziolo (Germinal Castelfranco ) cadetti, Sofia Cavaliere (Germinal Castelfranco) Senior, Elena Zaccaria (Gorgo al Monticano) esord. A -68, Leandri Greta (Asi Karate Noale) senior -61, Lorenzo Costa ( Motta di Livenza) Esord. A – 40, Claudio Sanislav (Karate Treviso) esord. B -50.

Marino Silvestri

Video del giorno

Jesolo, lo spettacolo della spiaggia imbiancata dalla brina all'alba

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi