Ecco l’Umana, da sorpresa a realtà

Basket A femminile. Le ragazze granata ieri al raduno. Tante conferme e tre novità. Adriatic League e playoff nel mirino

MESTRE. Proseguire la crescita, passando da squadra-sorpresa a squadra-realtà. L’Umana riparte nel segno della continuità, e non solo perché Andrea Liberalotto sarà alla guida dello staff tecnico per il quarto anno consecutivo. Un triennio d’oro per l’Umana, ripartita nel 2011 dalla B d’Eccellenza dopo l’autoretrocessione e protagonista di una splendida cavalcata caratterizzata da due promozioni consecutive e la conquista dei playoff in campionato con il quinto posto il regular season, ma anche con l’aggiunta di due Coppe Italia (B d’Eccellenza e serie A/2. Continuità nel gruppo straniero (McCallum, Mandache e Ruzickova), continuità nell’ossatura italiana (Melchiori, Carangelo, Pertile, Formica e Penna) dove sono state inserite tre pedine di esperienza e ottimo bagaglio tecnico (Dotto, Bagnara e Sandri). Ieri prima sgambata di capitan Mandache e delle sue compagne, volti distesi e sorridenti, soprattutto quelli di Giovanna Pertile e Marie Ruzickova, costrette a fermarsi nell’ultima stagione cammin facendo per infortuni di non lieve entità. La guardia mestrina si può considerare un acquisto in più per Liberalotto, l’MVP della final four di Coppa Italia di A/2 a San Martino di Lupari ha saltato tutta la seconda parte della stagione.

L’Umana sarà impegnata su due fronti: il campionato e l’Adriatic League. Nel primo si cercherà di migliorare il piazzamento della passata stagione (quinto posto ed eliminazione nei quarti a opera di Lucca di Dotto e Bagnara), nella seconda di far fare esperienza al gruppo giovane italiano che conta due 1992 (Carangelo e Pertile), tre 1993 (Melchiori, Dotto e Formica) e un 1995 (Penna). Oltre a Liberalotto, riconfermato nello staff tecnico il vice Gabriele Galigani, mentre Marco Battisti ha preso il posto di Stefano Bonivento. Puntualità svizzera per il gruppo granata, che si era ritrovato già lunedì pomeriggio per la distribuzione del materiale, ieri prima sgambata per l’intero gruppo, compresa Marie Ruzickova, reduce dall’intervento al ginocchio durante i playoff. Prima settimana focalizzata sulla preparazione atletica, poi dalla seconda sarà intensificata la parte tecnica con l’obiettivo di trovare una buona condizione per l’Opening Day di San Martino di Lupari (4-5 ottobre) dove l’Umana esordirà contro il Cus Cagliari. La serie delle amichevoli sarà aperta sabato 30 agosto al Taliercio con la neopromossa Vigarano, poi l’Umana salirà a Malè, in Val di Sole, per giocare un’amichevole (venerdì 5 settembre) contro Battipaglia, poi il torneo con le campane, Trieste e San Martino di Lupari (6-7 settembre). Una settimana dopo (sabato 13) test a Trieste con la Calligaris, infine il torneo di Schio (20-21 settembre) con Famila, San Martino di Lupari e Parma.

Michele Contessa

Video del giorno

Quirinale, Bonino: "Addolorata dal metodo carbonaro per eleggere il Presidente. Inutile stare qui"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi