Bibione re dei derby a un passo dai playoff

L’Acquamarina non ha più nulla da perdere ma è avversario ostico De Pin carica i suoi, sarà sfida fino all’ultimo minuto della stagione

CHIOGGIA. Il Bibione Mare centra il secondo derby consecutivo, battendo per 3 a 0 anche l’Acquamarina Sottomarina Chioggia. Un risultato scontato già alla vigilia, ma le partite vanno sempre giocate e i chioggiotti che, ormai non hanno più nulla da perdere, avrebbero potuto riservare qualche brutta sorpresa ai ragazzi di Ezio De Pin. Il tecnico del Bibione, infatti, prima dell’incontro si era raccomandato con i suoi ragazzi di non sottovalutare gli avversari e di scendere in campo convinti e motivati.

Il Bibione Mare, dal canto suo, aveva qualche problema a entrare in partita, ma poi riusciva ad allungare di 4, 6 punti, chiudendo senza troppe difficoltà il set.

Nella seconda frazione gli ospiti sembravano andare via più tranquilli. De Pin decideva quindi di provare qualche cambio, per dare spazio anche alla panchina. Il Sottomarina Chioggia ne approfittava per avvicinarsi ma anche in questa occasione i bibionesi non si facevano sorprendere e si aggiudicavano anche il secondo punto senza troppe difficoltà.

Nella terza frazione, invece, i chioggiotti apparivano più determinati, crescendo soprattutto in ricezione e sfruttando il gioco dei centrali, trascinati da Trolese, autore peraltro di 13 punti. I bibionesi sembravano rilassarsi, mentre i padroni di casa erano sempre attenti. Qualche errore di troppo del Bibione, soprattutto in battuta e attacco permetteva così all’Acquamarina di giocarsela fino alla fine. Soltanto sul 22 a 21 gli ospiti riuscivano a realizzare il break decisivo

. Superiori le percentuali del Bibione, sia in ricezione (81% la positività contro il 63% del Chioggia) che in attacco (53% contro il 33% del Chioggia). Dodici invece gli errori in battuta degli ospiti, contro i 5 dei padroni di casa. Da segnalare l’ottima prova di Tonon, autore di 17 punti personali.

Sempre tre punti dividono il Bibione Mare dal terzo posto, l’ultimo buono per l’accesso ai playoff. In attesa dello scontro diretto con i trevigiani del Siretessile che chiuderà la stagione regolare e che quasi certamente sarà decisivo, il Bibione non potrà lasciare nemmeno un set sabato prossimo a Paese.

«Non dobbiamo guardare agli altri ma pensare a noi stessi» analizza De Pin «sta a noi centrare l’obiettivo playoff, visto che se vinciamo tutte e due le prossime partite abbiamo un maggior quoziente vittorie rispetto a Montebelluna e quindi passeremmo alla seconda fase».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Schiavi di Booking? Federalberghi Veneto e il difficile rapporto con le agenzie online

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi