Contenuto riservato agli abbonati

La nuova Mala, ecco il business affaristico-criminale del turismo a Venezia

La vecchia tigre della mala è pur sempre una tigre e fa paura. Ma soprattutto è la conferma della decennale illegalità al Tronchetto

VENEZIA. Non si tratta di fantasmi del passato, né di vecchie tigri di una mala tramontata e ormai fuori combattimento. Non solo perché una vecchia tigre è pur sempre una tigre, ma perché il business affaristico-criminale in cui, secondo l’accusa, sarebbero stati impegnati i destinatari dell’operazione condotta dalla Procura antimafia e dal Ros dei carabinieri di Venezia è tutt’altro che il campo di gioco di fantasmi e vecchie belve sfiancate.

Insieme

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Jesolo, lo spettacolo della spiaggia imbiancata dalla brina all'alba

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi