Contenuto riservato agli abbonati

Vaccino J&J, rebus sui richiami. Sono 76 mila i veneti “sospesi”

Si attende la decisione sulla dose aggiuntiva. Nuovo balzo dei positivi (475) e crescono i ricoveri

VENEZIA. È scoppiato il caso Johnson & Johnson, il vaccino monodose i cui destinatari dovranno ricevere la dose booster ad appena due mesi dalla somministrazione unica. Così hanno annunciato Walter Ricciardi, consulente del ministro Roberto Speranza, e il il coordinatore del Cts Franco Locatelli. Peccato che il Johnson & Johnson sia stato approvato dall’Ema l’11 marzo e le prime vaccinazioni con il monodose siano state fatte a distanza di poche settimane da quella data, quindi ben più di due mesi fa.

In

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi