Zaia congela la sospensione dei medici no vax in Veneto: «C’è poco personale»

«Non sono dalla parte della ragione, ma per ora non si procede con la sospensioni per i medici non vaccinati perchè ci vuole coordinamento nazionale»

VENEZIA. «Non sono dalla parte della ragione, ma per ora non si procede con la sospensioni per i medici non vaccinati perchè ci vuole coordinamento nazionale e dietro alle sospensioni c’è altro problema: la mancanza di professionisti. Chi ha fatto questo decreto non ha tenuto conto del fatto che manca personale».

L’ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia parlando nel corso di un punto stampa organizzato alla sede della Protezione civile di Marghera (Venezia).

Video del giorno

Le prove del Rigoletto alla Fenice, in scena dal 29 settembre

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi