Il prefetto di Venezia Vittorio Zappalorto è ricoverato in terapia intensiva per il Covid

Il prefetto Vittorio Zappalorto

E'  da dieci giorni in isolamento e da metà settimana è nel reparto di degenza riservato ai pazienti più gravi

VENEZIA. Da dieci giorni in isolamento perché positivo al virus, il prefetto di Venezia Vittorio Zappalorto da metà settimana è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Civile di Venezia.

Le sue condizioni tra sabato e ieri sono migliorate. Lo stesso prefetto risponde ai messaggi di amici e conoscenti.

Zappalorto, originario di Trebaseleghe nel Padovano, ha 64 anni ed è prefetto di Venezia dal 6 luglio del 2018. Per undici mesi, tra il luglio 2014 e il giugno 2015 è stato Commissario straordinario al Comune di Venezia dopo la caduta della Giunta guidata da Giorgio Orsoni in seguito allo scandalo del Mose. In precedenza è stato prefetto a Udine.

La sua carriera di prefettizio è iniziata a Trieste dove ha svolto l’attività presso l’Ufficio di Gabinetto approfondendo le problematiche relative alle minoranze linguistiche. Ha prestato servizio soprattutto nel Nordest e in Lombardia, senza dimenticare Roma. È stato anche vice Prefetto Vicario a Milano.

Pochi giorni fa, prima del ricovero Zappalorto aveva espresso chiaramento la sua idea a riguardo dei contagi del Covid. «Mi sembra che la gente non voglia capire o se ne freghi e quindi si andrà velocemente verso una ulteriore chiusura. Prima viene e meglio è, secondo me».

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi