600mila euro di finanziamento per i pazienti

Fondazione Roche premia 30 progetti di enti provenienti da tutta Italia. Obiettivo: realizzare strumenti che migliorino la qualità di vita di pazienti e caregiver
2 minuti di lettura

120 candidature, 30 progetti innovativi premiati per un finanziamento complessivo di 600 mila euro. Queste le cifre del bando “Fondazione Roche per i pazienti”, che ha visto la partecipazione di enti da tutta Italia, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita di chi affronta un percorso di cura per le patologie oncologiche, neurologiche e per le malattie rare.

 

Sostegno al Terzo Settore

Tempi bui per il Sistema Salute, ma le associazioni pazienti non sono venute meno alla loro vocazione, dando prova di essere una risorsa importante in grado di fornire risposte e sostegno a pazienti e caregiver e di poter giocare un ruolo per la ripresa del Paese. 

Con questa convinzione anche quest’anno Fondazione Roche tramite il bando “Fondazione Roche per i pazienti” ha destinato 600 mila euro a supporto di queste realtà, in particolare per quelle che operano in aree terapeutiche quali Oncologia ed Ematologia Oncologica, Malattie Rare, Neuroscienze e Immunologia, per la realizzazione di progetti che migliorino le gestione della malattia e la qualità di vita dei pazienti e delle loro famiglie.

I vincitori

Su 120 candidature pervenute, sono stati scelti 30 progetti vincitori (10 per ogni area), che si spartiranno equamente i finanziamenti. La valutazione e la selezione dei progetti è stata affidata al partner Fondazione Sodalitas.

Per l’area Oncologia ed Ematologia Oncologica, nello specifico pneumatologia oncologica, sono stati premiati la piemontese ALCASE Italia OdV e la pugliese AVO Associazione Volontari Ospedalieri Onlus. Per i tumori femminili (mammella e ovaio) hanno ricevuto il premio le lombarde ACTO Alleanza contro il Tumore ovarico, Associazione Lorenzo Perrone, Associazione Oncologica Milanese Onlus e la toscana Non più Sola. Per le patologie epatocarcinoma, carcinoma del colon-retto e carcinoma uroteliale hanno vinto l’Associazione Epac Onlus e l’APS PaLinUro, anch’esse lombarde. Infine, per le neoplasie ematologiche, sono state premiate l’Associazione Magicaburla Onlus del Lazio e l’emiliana AIL Sezione di Parma.

Per l’area terapeutica Malattie Rare, sono state premiate 6 associazioni che hanno presentato progetti volti a migliorare le condizioni di vita di pazienti con emofilia: AEL Associazioni Emofilici Lazio, AVEC Onlus Associazione Veneta per l’Emofilia e le Coagulopatie, l’emiliana Aves Onlus Associazione di Volontariato a favore degli emofilici e simil-emofilici, la veneta Associazione Bambini e Giovani con Emofilia e altre Coagulopatie Onlus, l’Associazione ICORE Onlus della Basilicata e ARLAFE Associazione Regionale Ligure Affiliata alla Federazione Emofilici (FAE). Per l’atrofia muscolare spinale (SMA) hanno ricevuto il premio la Fondazione siciliana Aurora Onlus Nemo Sud e la lombarda Fondazione IRCCS Ca’ Granda. Infine, per la malattia di Huntington, si sono aggiudicate il premio le associazioni NOI Huntington di Roma e la Huntington Onlus di Milano.

Per le neuroscienze e l’immunologia, Fondazione Roche ha premiato 6 progetti dedicati alle patologie nelle aree Neuroimmunologia, Neurodegenerazione e Neurosviluppo (Sclerosi Multipla, Malattia di Alzheimer, Morbo di Parkinson, disturbi dello spettro autistico): le lombarde SCN8A Italia ODV, Confederazione Parkinson Italia, Associazione Parkinson Insubria Onlus, Federazione Alzheimer Italia, la piemontese A.N.C.O.R.A. Associazione Noprofit per la Costruzione Orientata a Reinserimento e Autonomia - Unità Spinale Ospedale Maggiore della Carità e il Gruppo di Sostegno Alzheimer Fidenza. Per le patologie reumatologiche, la Fondazione lombarda G. e D. De Marchi e l’Associazione Italiana S.I.M.B.A. della regione Toscana, mentre per le Patologie Infiammatorie Croniche Intestinali (Colite Ulcerosa, Morbo di Crohn) l’emiliana S.Nu.P.I. OdV Sostegno Nuove Patologie Intestinali e l’Associazione A.Mor.Hi. OdV del Lazio.