Oms, campanello allarme per la poliomielite: "Chi non è vaccinato lo faccia"

Il direttore dell'Oms Europa Hans Kluge
Il direttore dell'Oms Europa Hans Kluge (ansa)
Le dichiarazioni del direttore dell'Oms Europa Hans Kluge: "Il virus della poliomielite rilevato di recente a New York è geneticamente legato a quelli trovati in Israele e UK"
1 minuti di lettura

La presenza del virus della poliomielite nelle acque reflue di New York "è un campanello d'allarme per tutti noi. Tutti coloro che non sono vaccinati, o i cui figli hanno saltato le vaccinazioni programmate, dovrebbero cercare la vaccinazione il prima possibile". A lanciare l'allarme è stato il  direttore dell'Oms Europa, Hans Kluge, durante una conferenza stampa in cui ha ricordato come la lotta contro la polio non è ancora finita.

Il virus rilevato a New York geneticamente legato a quello trovato in Israele e UK

"Negli ultimi anni - ha ricordato Kluge - virus della polio derivati dai vaccini sono stati rilevati in Israele, Tagikistan, Ucraina e Regno Unito. Dato il nostro mondo interconnesso, il virus della poliomielite rilevato di recente a New York, negli Stati Uniti, è geneticamente legato ai virus rilevati in Israele e nel Regno Unito. Nonostante l'elevata copertura vaccinale complessiva, il virus della polio ha trovato la sua strada verso individui suscettibili nelle comunità poco vaccinate".

La ricomparsa della polio nella Grande Mela ha fatto scattare l'allarme anche sull'altra sponda dell'Atlantico, in quel Vecchio Continente che si prepara a festeggiare i 20 anni di libertà dal virus.

Kluge: "Eradicare la polio a livello globale"

"È nostra responsabilità condivisa eradicare la polio a livello globale", ha sottolineato ancora Kluge che ha ricordato anche l'assoluta sicurezza dei vaccini che "si sono dimostrati molto efficaci e molto sicuri".

L'esempio della pandemia Covid ha evidenziato la necessità di agire ormai oltre i confini delle nazioni. Proprio in questa chiave, l'Oms ha rilanciato un appello alla vaccinazione contro Sars-Cov2. "Stiamo anche esortando i paesi a somministrare il vaccino antinfluenzale insieme al vaccino Covid-19, quando possibile", ha rimarcato ancora Kluge che ha richiamato alla necessità per le persone di "capire la situazione in cui si trovano e adottare misure di buon senso per proteggersi".