Contro il declino cognitivo una soluzione c'è: allenarsi

Contro il declino cognitivo una soluzione c'è: allenarsi
Studio del Cnr di Pisa sulla molecola infiammatoria CCL11: i suoi livelli nel sangue, determinanti per l’apprendimento e la memoria, sarebbero indotti dall’allenamento fisico e cognitivo. Intervista ai ricercatori
2 minuti di lettura

“Abbiamo individuato un bersaglio importante, che contribuisce al declino cognitivo. Ma il nostro lavoro va avanti, per capire quei meccanismi che modificano il funzionamento e la struttura delle cellule nervose, alla base di patologie neurodegenerative come l’Alzheimer”. Al telefono la voce di Marco Mainardi è vibrante. Neurofisiologo, è ricercatore all’Istituto di neuroscienze del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) di Pisa.