Covid, siamo pronti per il rientro a scuola?

Alla riapertura la variante Delta provocherà quasi certamente focolai: tanti gli sforzi per rendere le classi ambienti sicuri, ma l’attenzione deve rimanere alta per evitare il ritorno alla didattica a distanza
3 minuti di lettura

Con il 10% del personale docente ancora non vaccinato e la diffusione della variante Delta, più contagiosa e pericolosa anche per i giovani, cosa dobbiamo aspettarci per la ripresa del nuovo anno scolastico? La politica ha fatto abbastanza? La scuola è preparata?

Scuola, una priorità

"La scuola è una priorità del Paese e come tale deve essere trattata", ha esordito Agostino Miozzo, già coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico nella prima fase dell'emergenza sanitaria durante un incontro promosso dall'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari - Facoltà di Economia dell'Università Cattolica (Altems).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori