Newsletter Salute Amore

Sex diary, un diario racconta le fantasie sessuali delle donne

Una scena di 'Sex/Life' 
Spopola la serie Netflix tratta dal romanzo di BB Easton. L’esperta: "Condividere con il partner fantasie erotiche ravviva un rapporto di coppia spento"
3 minuti di lettura

Dopo qualche anno di matrimonio e due figli, BB, ex bad girl trasformatasi ora in moglie e madre, si rende conto che il marito, Ken, già di per sé poco affettuoso, è diventato ancora più freddo e distante. Un quadretto che vi è familiare? Probabilmente sì, visto che si stima che in Italia una coppia su tre viva un 'matrimonio bianco', cioè senza sessualità. Il tema è al centro della serie Sex/Life in onda su Netflix da fine giugno tratta dal romanzo di BB Easton ispirato alla sua vera storia. Un romanzo definito dai critici letterari piccante e irriverente, in corso di pubblicazione in 19 paesi, che racconta con ironia e onestà la sessualità femminile. Abbiamo chiesto a Roberta Rossi, psicoterapeuta e sessuologa, presidente dell'Istituto di Sessuologia Clinica di Roma, com'è cambiata oggi la sessualità delle donne, i loro desideri e il modo di relazionarsi nella vita di coppia.

BB Easton è un personaggio che può somigliare a tante donne sposate ma non più entusiaste della loro scelta. Vive nei sobborghi di Atlanta con il marito, Ken, e due figli. Di recente, ha lasciato il lavoro di psicologa scolastica per dedicarsi a tempo pieno alla scrittura di romanzi sul suo passato ribelle.

Nel libro racconta di come non più soddisfatta della sua vita di coppia, si consola sognando ad occhi aperti le avventure passate con i suoi ex - muscolosi, sexy e tatuati, tutto l'opposto del manager con cui divide il letto - e inizia a descrivere le sue esperienze hot in un diario. Quando Ken scopre il suo segreto, anziché arrabbiarsi, essere geloso o sentirsi ferito sceglie un'altra strategia: quella di far rivivere alla moglie alcuni di quei momenti di passione. Così, BB comincia a usare il diario per realizzare le sue fantasie sessuali.

La serie tv, che ha debuttato lo scorso 25 giugno, sta spopolando in rete, arrivando in vetta alla classifica di gradimento da parte del pubblico. È al terzo posto in Italia, ma è prima anche in altri Paesi dove il servizio di Netflix è attivo. Segno che il tema è più che mai attuale.

Covid-19 e vita di coppia

Stando ai dati di uno studio realizzato da Osservatorio Single, un centro di ricerca sulle relazioni e il dating che ha analizzato le dinamiche di interazione tra single, le relazioni nate tra persone che vivono distanti, o molto distanti, tra loro, in questo ultimo anno sono aumentate del 65%.

Come ha cambiato il Covid la sessualità femminile? "In vari modi - risponde la sessuologa Roberta Rossi - La gran parte delle ricerche ci dicono che c'è stata una diminuzione della frequenza dei rapporti, un maggior utilizzo di altre opportunità fornite dalla tecnologia come il sesso virtuale utilizzato soprattutto dalle coppie che in lockdown erano lontane".

Ma a soffrire di più sono state le coppie costrette a vivere una convivenza forzata con figli e marito dentro casa: "Soprattutto se le cose non andavano bene già da prima - prosegue Rossi - la convivenza continua sotto lo stesso tetto ha smorzato il desiderio. Però, è anche vero che se si tratta di effetti dovuti soltanto alla pandemia, si può pensare di tornare alla normalità".  

Come cambiano i desideri femminili Covid

La pandemia ha inciso anche sui desideri sessuali femminili? "Sicuramente - risponde Roberta Rossi. "In parte, sono diventati più espliciti, meno di fantasia e più finalizzati alla loro concreta realizzazione". A dimostrarlo è anche l'incremento della vendita di sex toys, la maggiore fruizione della pornografia e la diffusione del sexting. "La tecnologia durante il lockdown - prosegue l'esperta - ha permesso di continuare a cercare il partner attraverso le app di incontri online. Sono tutte modalità che prima le donne erano più restie ad utilizzare, mentre oggi sono più propense a farlo per conoscere gli uomini". Insomma, le donne sono diventate più spregiudicate? "Non tutte, c'è sempre qualcuna che è più in difficoltà a mettere in campo i propri desideri. Alcune non riescono a fantasticare sulla sessualità".

Quello che le donne non dicono

Nella serie Sex/Life, la protagonista mette per iscritto le sue fantasie sessuali in un diario perché non ha il coraggio di raccontarle a nessuno.

Anche nella vita reale, le donne hanno desideri inconfessabili che tengono solo per se stesse? "L'incontro con lo sconosciuto è sempre molto gettonato. Molte donne fantasticano su un incontro casuale con un uomo che non conoscono e con cui scocca la scintilla", rivela la sessuologa. Un mix di emozioni, imprevedibilità e seduzione che fa sognare molte donne. "Un'altra fantasia sessuale molto diffusa - prosegue Rossi - è quella di un rapporto a tre con due uomini e quella della sessualità alternativa, cioè il bondage e il Bdsm, Bondage sado-masochism, o ancora il feticismo. Molte donne fantasticano di sperimentare queste pratiche erotiche, ma restano fantasie inconfessate perché hanno timore del giudizio degli altri".

Sessualità e maternità

Quando si diventa mamme è inevitabile che cambi la sessualità almeno all'inizio quando si è presi dalle esigenze del neonato. Ma come evitare che diventi un'abitudine rinunciare al sesso? "Ci vuole una motivazione intima, bisogna riconoscere il valore della sessualità perché il rischio è che ci si abitui a tutto anche alla mancanza del sesso", sottolinea Rossi. Come agire in concreto? "La coppia deve essere consapevole del valore della sessualità e poi bisogna eliminare tutti gli impedimenti pratici facendo dormire i figli nella loro stanza, lasciandoli a qualcun altro ogni tanto in modo da ritagliarsi degli spazi solo per la coppia".  

E se facessimo come BB?

La strategia raccontata nel libro in cui BB Easton inizia a tenere un diario che poi suo marito legge per realizzare i suoi desideri sessuali può essere una buona idea per ravvivare un rapporto di coppia un po' spento? "Dipende da che uomo c'è dall'altra parte", riflette la sessuologa. "In questo caso l'uomo ha raccolto il bisogno della moglie, ma non sempre la reazione è questa. A volte il partner potrebbe reagire male leggendo del passato perché il rischio è che si crei insicurezza nel partner. Forse un'alternativa può essere un diario del piacere in cui scrivere quello che ci piacerebbe vivere nella nostra vita sessuale senza nessun riferimento a esperienze già vissute", suggerisce Rossi.