Longevità. Così la scienza vuole sconfiggere la vecchiaia

Una nuova medicina è al lavoro per farci vivere molto a lungo. Stili di vita, farmaci, terapia genica. Ma anche sonno e igiene orale. Vi raccontiamo un’utopia. Che potrebbe farsi realtà
10 minuti di lettura

Non il cancro e neppure le malattie cardiache o il nuovissimo Covid. È la vecchiaia la prima causa di morte e sofferenza al mondo. Trovare una medicina sarebbe una scoperta rivoluzionaria. Detto così, fa un certo effetto. È la tesi portata sotto ai riflettori dal biologo britannico Andrew Steele, 35 anni, che vorrebbe che la vecchiaia non fosse più considerata un processo naturale e inevitabile, ma un disturbo da curare e tenere sotto controllo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori