Mix di vaccini anti-Covid ai giovani: "Gli effetti collaterali potrebbero aumentare"

Il Comitato scientifico ha autorizzato Pfizer e Moderna come seconda dose agli under 60 vaccinati con AstraZeneca.  Il virologo Fausto Baldanti spiega perché non c'è da stare tranquilli e cosa bisognerebbe invece fare
2 minuti di lettura

Utilizzare vaccini diversi per chi non ha computo 60 anni. Per i giovani, sui quali AstraZeneca - dopo il caso di Genova - viene ritenuto a rischio di effetti collaterali anche seri. Il mix di vaccini, o vaccinazione eterologa, è la soluzione sul quale il Comitato tecnico scientifico si è appena pronunciato: per chi tra i 50-59 anni, ha già fatto la prima dose di AstraZeneca, si ripiegherà su Pfizer o Moderna per il richiamo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori