Cancro del cavo orale, un semplice test può salvare la vita

Umberto Romeo, docente ordinario di Odontostomatologia: "Ai primi sintomi sospetti, l'analisi delle mucose orali può intercettare i segni delle lesioni. Il fumo e l'alcol tra i fattori di rischio" 
1 minuti di lettura

I tumori del cavo orale, insieme a quelli della laringe e della faringe, rappresentano il 10% circa di tutte le neoplasie negli uomini e il 4% nelle donne a livello globale. L'incidenza aumenta con l'età: è rarissimo nei giovani, ma dopo i 70 anni raggiunge il picco.

L'età media alla diagnosi di un tumore del cavo orale è di 64 anni e il 95% insorge dopo i 40 anni. Alcol e fumo tra i fattori di rischio. Ma i controlli periodici da dentista e l'attenzione ai cambiamenti all'interno del cavo orale possono essere prezioni per la prevenzione.

Spiega Umberto Romeo, docente ordinario di Odontostomatologia: "Un esame di pochi minuti può salvare la vita. Ai primi sintomi sospetti è importante sottoporsi all'analisi delle mucose orali per intercettare segni di lesioni". La terapia è chirurgica e farmacologica.  

Cancro del cavo orale, un test di pochi minuti può salvare una vita