Polmonite, l'importanza della riabilitazione respiratoria

Polmonite, l'importanza della riabilitazione respiratoria
Alberto Ricci, docente di Pnemologia: "Ecco i segnali da non sottovalutare"
1 minuti di lettura

Polmonite, l'importanza della riabilitazione respiratoria

 

UNA delle principali cause di ricovero in ospedale, la polmonite è causata da un'infiammazione degli alveoli polmonari e può interessare una sola area del polmone o più aree.

Provocata da un virus o da un batterio, il contagio si concretizza attraverso l'inalazione delle goccioline provenienti da uno starnuto o dalla Tosse di una persona già infetta. Oppure, a volte un paziente che ha gIà un'infezione virale (ad esempio, il virus dell'influenza)  può sviluppare un'infezione batterica secondaria. Spiega Alberto Ricci, docente di Pneuomologia all'università La Sapienza e medico dell'ospedale Sant'Andrea: "Tosse, febbre e difficoltà di respirare sono i sintomi. Importante è fare una diagnosi in tempi brevi. Per questo motivo, quando si sospetta che il paziente possa essere affetto da polmonite bsogna effettuare una radiografia al torace e se non è sufficiente e i dubbi permangono si ricorre ad un'esame più dettagliato come la Tac".

Le probabilità di ammalarsi dipendono anche dallo stato di salute della persona e i fattori di rischio sono: le infezioni alle alte vie respiratorie, il fumo, l'abuso di alcol, l'insufficienza cardiaca.

Cosa significa polmonite interstiziale?

"E' tipica di tutte le infezioni virali, compresa quella dovuta al coronavirus. I polmoni sono costituiti anche da una fitta e sotile rete di tessuto connettivo a sostegno dei bronhi, vasi e alveoli polmonari: il cosiddetto interstizio.L'aria respirata dalla bocca o dal naso passa attraverso la trachea e i bronchi fino ad arrivare negli alveoli simili a pallonciini. Ed è qui che avviene lo scambio di anidride carbonica e ossigeno. E' la sede in cui il sangiu preleva l'ossigeno dall'aria introdotta nei polmoni con la respirazione. Quando invece si ha una forte infiammazione, si verifica un considerevole aumento di questo tessuto connettivo che di conseguenza fa diminuire lo scambio. A quel punto i gas trovano una maggior barriera al passaggio dagli alveoli e viceversa. Un processo definito di ispessimento e cicatrizzazione dell'interstizio polmonar) che ne compromette l'elasticità. Per questo uno dei segnali della polmonite intestiziale è la diminuzione dell'ossigenzazione del sangue".

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito