Violenza ostetrica, il diritto a un parto sereno perché la gravidanza non è una malattia

2 minuti di lettura

LA GRAVIDANZA e il parto rappresentano momenti di grande importanza e significato nella vita di una donna. La medicalizzazione di questi eventi fisiologici, tipica delle società sviluppate, ha consentito di ridurre grandemente l’incidenza di complicazioni gravi per la mamma e per il neonato, ma li ha anche inseriti all’interno di una routine sanitaria che rischia di svuotarli del loro senso più profondo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori