Covid, un anno senza abbracci

Ci fa stare bene. Aiuta lo sviluppo cognitivo. Tiene insieme le coppie. Mai ce ne eravamo privati così a lungo: ecco come la mancanza del contatto fisico ci sta cambiando e quali strategemmi adottare per lenire la mancanza
4 minuti di lettura

Federica è tecnico di laboratorio. Ha 27 anni ed è siciliana. Nel 2018 è stata assunta dal policlinico San Matteo di Pavia e si è trasferita in Lombardia. Vive sola e da quando il coronavirus ha costretto a rigide misure di distanziamento sociale incontra unicamente i colleghi di lavoro, nascosti come lei dietro mascherine e dispositivi di sicurezza.

Antonella, ingegnere informatico, ha 40 anni ed è calabrese.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori