Medici in piazza contro l'abolizione delle guardie mediche

A Montecitorio gli aderenti a Smi, Cgil, Cisl, Uil e Simet manifestano contro l'accordo che istituisce i nuovi servizi di assistenza per le emergenze

2 minuti di lettura
ROMA - Medici contro. È sfida tra sigle sindacali riguardo alle nuove norme sull'assistenza della guardia notturna. Oggi a Montecitorio manifestano Smi, Cgil, Cisl, Uil e Simet contro l'atto di indirizzo in base al quale verrà scritto il nuovo accordo, una convenzione che lega medici di famiglia, di guardia e del 118 al servizio sanitario nazionale.

Nel testo, approvato da Regioni e Governo e già avallato dal sindacato Fimmg, i cui iscritti sono circa il 60 per cento della categoria, si prevede un cambiamento per certi versi epocale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori