In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

I campioni di Treviso Basket, Benetton e Imoco a nudo per lo Iov: ecco i calendari

Sono usciti i Calendari Perazza 2023, con cestisti, rugbisti e pallavoliste dei top team trevigiani a sostegno di Iov e Pediatria del Ca’ Foncello

Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Sono in vendita (tre per club) i Calendari Perazza 2023, arrivati alla sesta edizione, con gli atleti di Treviso Basket, Benetton Rugby e Imoco Volley che si sono messi a nudo per beneficenza, per sostenere progetti a favore dei bambini malati allo Iov - Istituto Oncologico Veneto - e al reparto pediatrico dell’ospedale di Treviso.

L’iniziativa propone tre diverse versioni del calendario (tavolo e parete), una per ciascuna squadra. Il filo conduttore, però, è comune: tutte le foto hanno per tema l’oro, che rimanda alle medaglie e ai premi per i migliori. Il più prezioso dei metalli accompagna le pose e gli sguardi dei giocatori: come se fossero nel loro elemento, protagonisti di un racconto in cui l’oro diventa specchio e immagine di coraggio, forza e impegno.

Nella scorsa edizione, Calendario Perazza ha raccolto 22.370 euro, superando il record di generosità stabilito nel 2021. La somma è stata donata allo Iov per contribuire a sviluppare un progetto di umanizzazione delle cure per i bambini in cura presso l’Istituto.

Nel 2023 le donazioni raccolte attraverso la vendita dei calendari serviranno a sostenere le iniziative rivolte ai piccoli pazienti portate avanti dallo Iov e dall’Unità Operativa di Pediatria del Ca’ Foncello, con il supporto di Volksbank e Consorzio Prosecco Doc.

Sono già in vendita su calendarioperazza.it, al Palaverde e a Monigo, e sarà possibile acquistare anche le borse e le pochette realizzate riutilizzando gli stendardi della mostra “Really Good Together”, che ha coinvolto i detenuti del carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia.

Così Riccardo Perazza: «A supportare la nostra iniziativa ci sono anche nuove realtà, a conferma di quanto il nostro progetto sia considerato importante e concreto. Anche quest’anno ci auguriamo di veder crescere la somma raccolta: un traguardo che ci impegneremo a raggiungere, con il contributo di tutti».

Amerino Zatta, Presidente del Benetton Rugby: “Con estremo entusiasmo prendiamo parte alla sesta edizione del Calendario Perazza, un’iniziativa ormai intrinseca in ciascuno di noi e che ogni anno aspettiamo con gioia. Inoltre è un qualcosa di altamente vincente, poiché da una parte abbiamo i nostri atleti che si divertono a posare e dall’altra facciamo del bene per l’Istituto Oncologico Veneto e il reparto pediatrico dell’ospedale di Treviso. Proprio a riguardo tengo a sottolineare come essere sensibili ai temi social sia una prerogativa societaria, dei nostri partner e dei nostri tifosi che rafforza il senso di famiglia biancoverde a cui tanto teniamo. Avendo visto in anteprima gli scatti posso assicurare che anche quest’anno il lavoro svolto dallo Studio Perazza è stato fantastico e che pertanto in termini di raccolta non potrà che essere un ennesimo successo”.

Piero Garbellotto, Presidente Prosecco DOC Imoco Volley: “Per il nostro club e per le nostre campionesse l’appuntamento con il Calendario Perazza è ormai una tradizione irrinunciabile, in linea con il nostro impegno verso i valori sociali del territorio che rappresentiamo. Lo scopo benefico del calendario, l’aiuto che possiamo dare allo IOV e all’ospedale di Treviso pei bambini meno fortunati ci spinge a credere fermamente in questa iniziativa e la risposta che ogni anno abbiamo dagli appassionati è una grande soddisfazione, saremo anche nelle prossime festività come ogni anno in prima linea per veicolare alla nostra platea il calendario 2023.” 

iovanni Favaro, Direttore Generale Nutribullet Treviso Basket: “Per il sesto anno siamo a fianco di Studio Perazza e delle altre realtà dello sport trevigiano con l’immagine dei nostri giocatori per fare del bene al nostro territorio. Complimenti a Riccardo Perazza e al suo staff perchè ogni anno confezionano un prodotto di alta qualità che viene accolto con entusiasmo da sportivi e appassionati trevigiani, non solo per la sua bellezza estetica, ma anche e soprattutto perchè è un veicolo eccezionale per fare beneficenza verso una buona causa, quella dello IOV e della pediatria di Treviso per la loro impagabile opera di cura dei bambini. Grazie a tutti coloro che con un piccolo gesto faranno del bene, Treviso Basket è orgogliosa di poter mettersi a disposizione su temi così importanti per la nostra collettività”

In fondo, basta appendere un campione alla parete.

I commenti dei lettori