In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Meteo, sul Veneto un martedì di burrasca. Tanta pioggia, neve e acqua alta. Ecco perché

Il fronte che si è sviluppato su Mediterraneo e Tirreno si sta spostando verso la Slovenia e i Balcani

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

La bassa pressione arriva con un vortice che si è formato sul Tirreno e che si sposterà verso est nord est, interessando quindi le nostre regioni dalla serata tra lunedì 21 e martedì 22, continuando verso Slovenia e Balcani per lasciarci nelle prime ore di mercoledì.

Neve e pioggia

Un vortice di questo tipo crea un abbassamento repentino della pressione atmosferica e innesca venti che sulla pianura costiera del Veneto saranno prevalentemente di bora, mentre sulla pianura interna saranno ancora di Scirocco, quindi umidi e da sud est. Ecco perché alcuni si spingono a parlare di un “ciclone” in arrivo.

L’aria umida dal Tirreno e i venti freddi da nord est creeranno quindi il fenomeno ideale per le nevicate su monti e prealpi e per acquazzoni importanti specie nella mattinata di martedì.

La previsione delle precipitazioni alle ore 10 di martedì 22

 

La quota neve scenderà infatti attorno ai mille metri, mentre la pioggia sarà “abbondante”, cioè con precipitazioni tra i 60 e i cento millimetri, concentrandosi nella mattinata e nel pomeriggio.

Una “carezza” per il sistema idrico veneto che ha sofferto un’annata siccitosa e un ottobre che non ha portato i livelli di acqua piovana normali nel periodo.

Acqua alta

L’abbassarsi della pressione atmosferica, come dire che l’aria peserà meno, comporterà un innalzamento dei livelli del mare.

Il repentino abbassamento della pressione atmosferica sul Veneto nelle ultime ore: l'abbassamento va sempre più accentuandosi

 

Se a questo si aggiungono le piogge e soprattutto i venti da nord est che tapperanno l’uscita dell’acqua per i normale deflusso di marea avremo le condizioni ideali per l’acqua alta che secondo le previsioni toccherebbe i 160 centimetri sullo zero mareografico stabilito a punta della Dogana, di fronte a piazza San Marco a Venezia, alle 9.40 di martedì 22.

La previsione di marea. Fomnte: Comune di Venezia

 

 

Di qui la decisione di alzare il sistema di paratoie mobili Mose nelle prime ore di martedì. Da quando il Consorzio Venezia Nuova ha migliorato le manovre d’innalzamento le paratoie possono essere fatte levare mezzora prima dell’avvicinarsi del metro di altezza.

Il Consiglio comunque è quello di seguire i comunicati del Centro maree del Comune di Venezia (120 linee messaggeria automatica con ultimi dati 041 2411996) e della protezione civile.

Attenzione, la provenienza del vento da nord est provoca valori più alti di una decina di centimetri nella laguna sud, quindi in direzione di Chioggia, ma, ripetiamo, l’alzarsi del Mose manterrà la marea entro i 90 centimetri circa.

I commenti dei lettori