In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Maroni: Lega, è ora di un nuovo leader. Saprei chi eleggere segretario ma non faccio nomi

L’ex segretario federale del Carroccio, ex ministro degli Interni “dimissiona” Salvini con uno scritto nella sua rubrica sul Foglio

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Roberto Maroni

 (ansa)

"E ora si parla di un congresso straordinario della Lega. Ci vuole. Io saprei chi eleggere come nuovo segretario. Ma, per adesso, non faccio nomi". E' quanto scrive l'ex segretario federale della Lega ed ex governatore della Lombardia Roberto Maroni nella rubrica "Barbari Foglianti" su Il Foglio.

"La vittoria è netta. Svanisce quella che per il centrodestra era l'unica paura e per il centrosinistra l'ultima speranza: non ci saranno incertezze in Parlamento. Una doppia maggioranza in Parlamento abbatte ogni possibile ostacolo sulla strada della Meloni verso Palazzo Chigi. Il risultato sotto le aspettative della lista centrista di Renzi e Calenda non lascia dubbi: il centrodestra non avrà bisogno di altri voti in Parlamento".

Alle 15 è convocato il consiglio federale del partito e lì, Matteo Salvini si troverà a confronto con i governatori che non hanno di certo risparmiato critiche alla linea scelta dal segretario alla luce anche dell'esito delle urne.

I commenti dei lettori