Truffa dell’impianto di biogas, sequestri per 444mila euro nei confronti di otto persone

Scoperta dalla Guardia di finanza di San Donà a partire dalle indagini sui rapporti tra il presunto boss dei Casalesi di Eraclea Luciano Donadio e alcuni imprenditori del Veneto Orientale e del Friuli

SAN DONA’. Indagando sui rapporti tra il presunto boss dei Casalesi di Eraclea Luciano Donadio e alcuni imprenditori del Veneto Orientale e del Friuli le Fiamme Gialle della Compagnia di San Donà, hanno scoperto una truffa per realizzare un impianto di biogas in Friuli che ha consentito ora il sequestro di beni per 444mila euro.

Decreto di sequestro in via preventiva, finalizzato alla confisca per equivalente, emesso dal GIP del Tribunale di Udine, nei confronti di 8 persone per i reati di “trasferimento fraudolento di valori”, “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche”, “riciclaggio”, “impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita”, “autoriciclaggio”, “emissione di fatture per operazioni inesistenti” e “dichiarazione fraudolenta mediante utilizzo di fatture per operazioni inesistenti”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In cerca di padrone: 4000 beagle americani sono stati salvati dai maltrattamenti di un allevamento

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi