Una Montagna di Libri, ecco la stagione da luglio a settembre 2022 a Cortina d’Ampezzo

Presentata a Venezia la nuova edizione, Chiamulera: “Una festa dei libri e delle idee libere, di passioni brucianti e delle curiosità di molti lettori”. Spazio al confronto sulla guerra in Ucraina

CORTINA D’AMPEZZO. “Una festa dei libri e delle idee libere, di passioni brucianti e delle curiosità di molti lettori”. La più grande estate con le autrici e gli autori all’ombra delle Dolomiti sta per cominciare: ad aprire la stagione di Cortina d’Ampezzo è la ventiseiesima edizione di Una Montagna di Libri, la festa internazionale della letteratura protagonista della Regina delle Dolomiti, che dal 2009 raccoglie un pubblico annuale di 20mila presenze.

“Ci incontriamo di persona, nell’aria fresca della montagna, per capire di più del mondo turbolento in cui viviamo, con tutto l’entusiasmo e l’amore per le idee che Cortina sa dimostrare. Con alcune delle voci più interessanti in Italia, in Europa e dal mondo”, dice Francesco Chiamulera, responsabile del festival.

Una Montagna di Libri si prepara a portare a Cortina un programma da record, con circa cinquanta incontri con l’autore tra letteratura, attualità, scienza e arte. Quasi un evento al giorno. La XXVI Edizione si terrà dal 9 luglio al 18 settembre 2022.

Da Anne Applebaum a Mario Desiati.

Un’edizione nel segno dell’apertura dei confini, nonostante il cupo momento che il mondo e l’Europa stanno attraversando, quella di Una Montagna di Libri. Dall’incredibile incontro con Anne Applebaum, Premio Pulitzer, autrice di studi fondamentali sulla storia dell’Ucraina, dello stalinismo, dell’espansionismo russo e della sorte delle democrazie, agli appuntamenti con il raffinato narratore britannico William Dalrymple e il suo nuovissimo “Anarchia” (Adelphi), e con Jean-Christophe Rufin, già Premio Goncourt, che a Cortina presenterà in anteprima italiana il nuovo romanzo “Fiamme di pietra” (Edizioni E/O). Serate di montagna assoluta, come quella con Alex Txikon, grande alpinista e narratore, scalatore degli ottomila sull’Himalaya, alla Palestra di Roccia di Cortina; appuntamenti sulla la libertà della cultura, incontri con filosofi come Pietro Del Soldà, che racconterà “La vita fuori di sé” (Marsilio) ragionando sul concetto di avventura, o con la ricerca storica di Benedetta Craveri.

Insieme ai grandi narratori italiani, come Mario Desiati, Enrico Brizzi, Carmine Abate, Diego De Silva, Mauro Corona.

Francesco Chiamulera presenta Una Montagna di Libri, estate 2022 a Cortina

Il programma di Una Montagna di Libri è stato presentato oggi a Venezia da Francesco Chiamulera, responsabile della manifestazione ampezzana. "Una Montagna di Libri è entrata nel costume e nella tradizione dei turisti e dei cittadini di Cortina, un appuntamento di cui non si può più fare a meno”, dice il Sindaco di Cortina d’Ampezzo Gianluca Lorenzi.

Ma ecco tutti i contenuti dell’edizione Estate 2022. Una Montagna di Libri sfoglierà le pagine di narratori italiani e del mondo del calibro di William Dalrymple, Mario Desiati, David Leavitt, Jean-Christophe Rufin, Enrico Brizzi, Diego De Silva, Mauro Covacich, Carmine Abate, Matteo Righetto, Fabio Bacà, Mauro Corona, Elena Stancanelli, Daniela Ranieri, Antonio Pascale, Camilla Baresani.

Ascolterà le voci della cultura, della scienza, della montagna, dell’arte come Anne Applebaum, Telmo Pievani, Benedetta Craveri, Alex Txikon, Pietro Del Soldà, Emanuele Coccia, Yaryna Grusha Possamai, Gianni Vernetti, Andrea Monti, Stefania Falasca, Marina Valensise, Madelyn Renée, Anna Foà, della riflessione storica, sociologica, economica, come Raoul Pupo, Alessandro Marzo Magno, Alberto Saravalle, Carlo Stagnaro, Gianpiero Dalla Zuanna, Michael Jakob, Alessandra Minello, Wolfgang Strobl.

Interpellerà protagonisti assoluti dell’informazione e del giornalismo, in particolare a proposito dell’invasione russa dell’Ucraina, come Lorenzo Cremonesi, Giada Messetti, Federico Rampini, Bruno Vespa, Enrico Mentana, Beppe Severgnini, Gennaro Sangiuliano, Paola Peduzzi, Anna Zafesova, Marco Tarquinio, Ilaria Maria Sala, Christian Rocca, Gianluigi Nuzzi, Giovanni Viafora, Alessandro Russello, Marisa Fumagalli, Massimo Mamoli, Alessandra Tedesco, Fabrizio Brancoli, Alessandro Zangrando, Alessandro Mezzena Lona, Davide Tortorella, Carlo Arrigoni, Marco Dibona, Massimo Spampani, Omar Monestier.

Porterà in scena lo spettacolo, il cinema, il teatro, con Antonio Monda, Paolo Valerio, Annina Pedrini, Jan Sedmak. E ancora, il Cardinale Pietro Parolin, Mario Moretti Polegato, Alessandro Benetton, Lorenzo Sassoli de Bianchi, Cristiano Corazzari, Gianluca Lorenzi, Roberta Alverà, Vera Slepoj, Monica De Mattia, Paolo Maria Noseda, Sarah Cuminetti, Denis Feletto, Michele Uliana, Palo Zamboni, Giovanna Melloni, Silvia Benazzi, Donatella Serafini, Giacomo Bassi e molti altri. Il programma completo sarà pubblicato il 5 luglio.

Il premio Strega e la storia degli scrittori a Cortina.

Per la XXVI Edizione Una Montagna di Libri ha in serbo novità assolute. Nell’anno dell’invasione russa, il festival accenderà i riflettori su Ucraina, dissidenza, libertà e resistenza ai totalitarismi, con una serie di incontri. Oltre alla già citata Anne Applebaum, in dialogo con Paola Peduzzi e con Beppe Severgnini, uno speciale invito alla lettura degli scrittori ucraini tenuto da Yaryna Grusha Possamai; una conversazione sui dissidenti, da Navalny a tutti gli altri, con Gianni Vernetti e Anna Zafesova; un incontro con Lorenzo Cremonesi, tra le migliori voci giornalistiche a Kiev; la proiezione di un documentario su Anna Politkovskaja; i punti di vista di Federico Rampini, Enrico Mentana, Bruno Vespa.

Una Montagna di Libri accoglierà il vincitore assoluto del Premio Strega, i vincitori del Premio Cortina 2022 Diego De Silva e Carmine Abate, e i finalisti del Premio Campiello, chiederà a Telmo Pievani una lezione sulla “Serendipità”, ovvero l’inatteso nella scienza. E poi l’omaggio a Raffaele La Capria, amico di Cortina e già ospite di Una Montagna di Libri, scomparso il 26 giugno, a cui sarà dedicata la grande maratona di lettura che vedrà cento lettori avvicendarsi intorno al capolavoro “Ferito a morte”; a Italo Svevo, con lo spettacolo portato in scena da Mauro Covacich; e alla simpatia di Giovanni Guareschi, il “fantasma in bicicletta” di cui si metterà all’inseguimento ideale Enrico Brizzi. Una Montagna di Libri terrà accesa una luce sui diritti umani nel mondo, parlando in particolare con Ilaria Maria Sala di Hong Kong e con Giada Messetti della Cina contemporanea.

Dove: i luoghi del Festival

Una Montagna di Libri prenderà posto negli spazi pubblici del Palazzo delle Poste e dell’Alexander Girardi Hall. All’aperto, tra i boschi e i prati di Cortina. E poi presso lo storico albergo cortinese Miramonti Majestic Grand Hotel, e presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi. Ma Una Montagna di Libri è anche #live, unendo a Twitter e Instagram la diretta interattiva degli incontri, attraverso Facebook e YouTube. Forte dei risultati straordinari nel 2020 del proprio canale digitale, con l’importante media partnership con il Corriere Tv del “Corriere della Sera”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In cerca di padrone: 4000 beagle americani sono stati salvati dai maltrattamenti di un allevamento

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi