Contenuto riservato agli abbonati

Arriva un nuovo piano regionale di prevenzione contro la peste suina

Il Veneto punta su quattro direttrici: depopolamento, eradicazione, sorveglianza passiva e analisi del rischio. I cinghiali come vettori del contagio

VENEZIA. «Depopolamento, eradicazione, sorveglianza passiva e analisi del rischio. Sono queste le quattro principali direttrici sulle quali il Veneto intende puntare per la gestione e il controllo della peste suina africana, diffusa anche attraverso un numero troppo elevato di animali selvatici presenti sul territorio. Il Piano definito dalla Regione ha come obbiettivi la salvaguardia della sanità animale e la tutela del patrimonio suinicolo regionale e nazionale».

Lo

Video del giorno

Metropolis/123 - Una vita da mediano. Da Tommasi a Letta, come coltivare il campo largo dopo le amministrative. Con Bonaccini, Donzelli, Malpezzi e Pregliasco

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi