Sir Oliver Skardy, improbabile playboy, fa il verso a Fedez in “Anyway”. Ecco il video

Il re del reggae in dialetto veneziano insieme ai vicentini Luci Blu in un’esilarante parodia delle pop star di oggi viste da un cantante”vintage”

VENEZIA. Sir Oliver Skardy, il re del reggae in dialetto veneziano, torna con un nuovo divertente singolo e un video: “Anyway” insieme alle Luci Blu, giovane coppia artistica vicentina, composta dalla cantante Giulia Menta e dal rapper e beatmaker Marco Ballardin.

Gaetano Scardicchio insieme ai suoi partner ha creato un connubio musicale che mette insieme il reggae, l’hip hop e l’urban pop, con un testo con cui prende in giro le odierne star italiane, come Fedez, Sfera Ebbasta e Rovazzi.

Secondo le mode odierne, Skardy canta con l’autotune che rende il sound complessivo del brano simile a quello di un pezzo di trap o del pop attuale.

L’ex cantante dei Pitura Freska ingaggia un botta e risposta con Ballardin tra un cantato in veneziano e un rap in italiano, inframezzato dai ritornelli stile tormentone cantati da Menta.

Skardy nel brano si dà le arie ironicamente di una star playboy, stufa di essere importunata continuamente da modelle e miss che nel video sono interpretate da splendide ragazze.

«E me sta tutto el giorno col fià sul colo», si lamenta il capostipite del reggae in veneziano, «ne faccio uno lungo un metro poi decollo. So la concorensa de Fedes, Sfera e Rovassi. È che mi stanno addosso peggio dei paparazzi In agenda go i appuntamenti divisi par età?40, 30, 20 (e 50), altro che James Bond. Bevevo con Grace Jones. Sì, faccio 10 mila euro al giorno e questa tipa è troppo hot quasi porno. Se vede che go el fascino che amalia, tra le me stalker ghe xe anca Miss Italia che mi cerca tutto il giorno, da questa non ci torno».

Poi, l’artista prende in giro anche le spagnole Las Ketchup, che nel 2006 ebbero un grande successo internazionale con il tormentone: “Asereje”, dicendo: «Ve ricordè quele che cantava Asereje? Le go assà incinte tutte e tre. See».

Ballardin, invece, ridicolizza il mito dei soldi facili rappando: «Con un bel paio di ciabatte da tedesco ma che non costino meno di mille euro, svaligiamo la fabbrica della Geox, se prendo il Covid almeno i piedi respirano».

A quel punto Sir Oliver allora torna in sé e fa capire che sino a quel momento aveva scherzato e canta: «Par farla breve so vintage, so kitch, non 'ndarò mai a “Ex On The Beach”. Una volta gera gli artisti che se inventava l’arte, ‘desso xe artisti che ga le mone da ogni parte. Se sa che i omeni xe tutti porsei, se sa che le donne va matte par i skei. No pescarò mai ‘na regina de cuori. So che speto che le me piante fassa i fiori».

Il singolo è stato registrato da Luigi Stefanini al New Sin Studio di Loria e prodotto da Qube3 – Gialloocra, management:Paolo Di Pirro. Il video di Skardy beato tra le donne con le Luci Blu è stato realizzato all’Art Club Disco di Desenzano, regia di Luigi Stefanini, produzione: Qube3.

ECCO IL VIDEO

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

"Questa è una stella". Tutti credono alla foto dello scienziato, ma era una fetta di salame

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi