Referendum: in Veneto ha votato solo uno su quattro. Ecco i numeri per provincia

LaPresse

A Padova, pur restando sotto il quorum, nei primi due quesiti ha addirittura prevalso il no

VENEZIA. Che fosse un referendum non amato lo si percepiva, ma che fosse anche così odiato è una cosa che sorprende. Vai a vedere a Padova comune cosa è successo e trovi che per la prima volta un referendum che non raggiunge il quorum vede prevalere anche il fronte del No.

È successo per i primi due quesiti, cioè quello che voleva abrogare la legge Severino (nella parte dove vieta la candidabilità delle persone giudicate colpevoli per alcuni tipi di reati) e quello sulla limitazione delle misure di custodia cautelare.

Per il primo, ha votato il 43% degli aventi diritto, quindi una percentuale alta se confrontata con il resto della regione, ma il No ha prevalso con il 53, 42%. Sulla limitazione della custodia cautelare ha votato il 42,97% (anche qui sotto il quorum) e i No hanno raggiunto il 50,97%.

Per il resto nella nostra regione la media della partecipazione al referendum è stata del 26,86%, al voto cioè uno su quattro, a distanza siderale del quorum del 50% +1. Suddiviso per provincia si nota una partecipazione maggiore ovviamente dove gli elettori erano stati chiamati anche per le elezioni comu

Per questo Padova e Verona, cioè le province dove i tre capoluoghi erano erano interessati al voto, hanno raggiunto la percentuale più alta anche al quorum: il 31,54% Verona, il 31,44% a Belluno e il 30,56 Padova.

Da notare anche che a Verona per le comunali ha votato il 58,81%. Il che vuol dire che i lettori hanno ben capito l’uso del non voto ai referendum come espressione della propria preferenza. Quindi non hanno ritirato le schede per non fare raggiungere il quorum.

Divario ancora maggiore se guardiamo Padova, dove per le comunali ha votato il 60,77%: un elettore su due non ha voluto ritirare le schede referendarie e anche quelli che l’hanno fatto, come abbiamo visto, hanno votato no.

A Belluno alle comunali ha partecipato il 50,26% degli aventi diritto. Vuol dire che qui invece ben più della metà degli elettori ha ritirato la scheda e se fosse stato raggiunto il quorum il sì vrebbe vinto per ognuno dei 5 quesiti

A seguire le province non interessati da elezioni amministrative nei comuni capoluogo: Treviso con il 24,84%, Rovigo con il 24,39, Venezia con il 23,6 e Vicenza con il 23,4%.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Argentina, un gruppo di balene gioca con due surfisti per un'ora (e una si fa anche accarezzare)

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi