Contenuto riservato agli abbonati

Crac Veneto Banca, il pm chiede sei anni per Vincenzo Consoli

Sei ore di requisitoria e poi la richiesta: «Era lui l’uomo solo al comando a cui tutti obbedivano ciecamente. Cattiva la gestione del credito alla clientela». Venerdì  21 gennaio tocca alle parti civili, sabato 22 alla difesa. La sentenza attesa per il 4 febbraio

TREVISO. Sei anni di reclusione è la richiesta di condanna formulata dai pm Massimo De Bortoli e Gabriella Cama nei confronti di Vincenzo Consoli, al termine della requisitoria del processo del primo filone del crac di Veneto Banca che vede l’ex amministratore delegato (difeso dall’avvocato Ermenegildo Costabile del foro di Milano) accusato dei reati di ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza, aggiotaggio (prescritto lo scorso ottobre) e falso in prospetto.

La

Video del giorno

Due sciacalli dorati avvistati in un vigneto ad Annone Veneto: il video

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi