Contenuto riservato agli abbonati

La missione di Digitalmeet: interpretare il presente per indirizzare il futuro

Dal 18 al 23 ottobre torna in presenza – e in streaming – il più grande festival sull’alfabetizzazione digitale in Italia: dai servizi per le comunità al coding nelle scuole, tutti i temi trattati

Un caleidoscopio di incontri, convegni, dibattiti ed eventi che al loro centro avranno l'intelligenza artificiale e le nuove tecnologie ma anche il linguaggio della programmazione per i bambini, la connettività per i piccoli borghi a rischio abbandono, la sostenibilità del digitale, le donne e le materie scientifiche Stem ma pure tanta, tantissima alfabetizzazione digitale.

Questa è la nona edizione di Digitalmeet, un'edizione che vedrà tutta Italia coinvolta in un appuntamento ormai immancabile con il futuro tecnologico.

«Siamo convinti che questo evento, ora più che mai, possa fornireun'idea concreta di quello che potrebbe essere il Paese tra 10 o 20 anni» spiega Gianni Potti, fondatore di Digitalmeet e presidente di Fondazione Comunica.

«I 130 eventi e i circa 300 relatori di questa edizione - spiega - offriranno al pubblico in sala e a quello connesso da remoto uno spaccato non solo e non tanto della situazione della nostra comunità in questo momento, ma anche suggestioni, progetti, obiettivi di uno sviluppo tecnologico e sociale che deve essere pianificato con cura per potere diventare concreto. Un percorso corroborato da un Pnrr che tra i suoi pilastri vede appunto sia il digitale che la sostenibilità, in un connubio che verrà ampiamente analizzato in questa prima edizione pienamente nazionale».

Gianni Potti presenta il Digitalmeet 2021: il Covid ha accelerato tutto di sette volte

E se la settimana ufficiale dell'evento va dal 18 al 23 ottobre, il Digitalmeet ha aperto le danze con un'importante convegno in sala Zuccari al Senato dal titolo “Digitale per andare oltre il Covid, tra istruzione e formazione per il rilancio del Paese”. A partecipare assieme al questore del Senato Antonio De Poli anche Assuntela Messina, sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega a innovazione tecnologica e transizione digitale.

Sabato 16 il Digitalmeet si sposta in Umbria, emblema di un Paese fatto di piccoli borghi, carichi di storia e di fascino, ma resi fragili da un isolamento che potrebbe essere superato almeno in parte con una corretta connettività digitale.

«Assieme ad un gruppo di una quarantina di specialisti di altissimo livello - spiega Potti - affronteremo le principali criticità di una Smart Land tutta da compiere e lavoreremo ad una serie di proposte per rendere possibile una connessione digitale diffusa e di qualità che potrebbe garantire all'intero Paese una nuova giovinezza. Il documento conclusivo sarà poi consegnato al ministro per il Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà».

Da lunedì partirà invece la settimana ufficiale dell'evento: da Bolzano a Messina, da Trieste a Torino saranno tantissime le proposte offerte ai pubblici più disparati, da quelli professionali e tecnici fino ai giovanissimi e agli anziani.

«Ancora una volta abbiamo scelto di portare avanti due battaglie che riteniamo importantissime - spiega il fondatore dell'evento - quella dell'insegnamento del coding nelle scuole di ogni ordine e grado, così che i giovani possano farsi per lo meno un'idea di cosa ci sia dietro ai tanti servizi, giochi e applicazioni che usano quotidianamente; e quella della Smart Land digitale, un tema di connessione che non può prescindere dall'introduzione dell'Intelligenza artificiale nell'applicazione dei servizi alla comunità. Ma continueremo a parlare di materie scientifiche Stem e donne, di alfabetizzazione, delle tecnologie e delle loro potenzialità per rendere il nostro mondo migliore e più efficiente».

Digitalmeet, si concluderà, dopo la fine della settimana ufficiale, lunedì 25 ottobre, al Linate Center dell'omonimo aeroporto con un convegno sul tema del turismo e dei trasporti al titolo “Milano Surfing The Future”. Il programma completo su https://digitalmeet.it/

Video del giorno

Cinque cose che forse non sapete dello stadio di Venezia, unico come la città

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi