Contenuto riservato agli abbonati

I cimeli del Grande Torino e l’epopea dei fratelli Ballarin. Il museo è diventato realtà a Chioggia

Le maglie con il numero 2 di Aldo Ballarin: quella della Nazionale e quella del Toro

Maglie, palloni, scarpe, biglietti e foto fanno rivivere il mito di una squadra imbattibile che la tragedia del 4 maggio 1949 ha trasformato in leggenda

CHIOGGIA. Prima era solo virtuale, ora il sogno di vedere finalmente un vero museo, fisico, dedicato ai fratelli Aldo e Dino Ballarin, periti assieme nel tragico incidente aereo di Superga che annientò l'intera squadra del Grande Torino, è finalmente realtà.

Lo hanno voluto con tenacia Nicoletta Perini, Davide Bovolenta e Aldo Cappon ed ora quella tenacia è stata premiata. Quella del museo della laguna sud, in realtà, non è la sede definitiva, perché una volta terminato il restauro, l'esposizione passerà in via definitiva a palazzo Ravagnan, sempre a Chioggia, qualche decina di metri più in là.

Tra

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Cinque cose che forse non sapete dello stadio di Venezia, unico come la città

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi