Contenuto riservato agli abbonati

Caporalato nei subappalti di Fincantieri a Marghera, imprenditore condannato a un anno e otto mesi

Azioni aggravate da minacce di licenziamento in caso di proteste e reati fiscali. La paga era di cinque euro l’ora

VENEZIA. Caporalato nel mondo dei sub-appalti della Fincantieri. Martedì 28 settembre il gip Gilberto Stigliano Messuti ha condannato a un anno e otto mesi per caporalato aggravato dalle minacce, oltre che per reati fiscali, l’imprenditore bengalese Ali Md Suhag, 37 anni, titolare della Venice Group mentre ha rigettato la richiesta di patteggiamento a 10 mesi, ritenendola quindi troppo bassa, che era stata presentata per il fratello Ali Md Nayon, 38 anni, legale rappresentante della Naval Welding srl, nei fatti un collaboratore di Suhag.

I

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Gian Piero Gasperini: "Cristiano Ronaldo non devo presentarlo io: è straordinario"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi