Negato il vaccino a una donna incinta, la Usl Serenissima scarica sul medico

Un medico vaccinatore aveva chiesto il certificato dello specialista ginecologo prima di procedere alla vaccinazione. La nota dell'Azienda: «Iniziativa arbitraria»

VENEZIA. I centri vaccinali dell'Ulss 3 Serenissima hanno vaccinato in questo periodo numerose donne in stato di gravidanza: «le vaccinazioni di queste utenti seguono le linee guida suggerite dalle società scientifiche».

Lo dice l'Azienda sanitaria Veneziana in merito all'episodio relativo ad una donna in stato di gravidanza a cui un medico vaccinatore ha chiesto il certificato dello specialista ginecologo prima di procedere alla vaccinazione. Una richiesta che l'Azienda giudica «arbitraria».

Le donne gravide che si presentano nei centri vaccinali, sottolinea l'Ulss 3, «vengono quindi sottoposte all'anamnesi da parte del medico vaccinatore il quale, dopo averne valutato l'idoneità, procede con la vaccinazione.

Nel caso specifico dell'utente che si è presentata martedì 7 settembre al centro vaccinale di Piazzale Roma, a Venezia, e alla quale, in sede di anamnesi, è stato chiesto un certificato ginecologico per procedere in un secondo momento all'inoculazione, per l'Ulss »questa richiesta è il frutto di un'iniziativa arbitraria di un medico (tra i circa 200 medici vaccinatori che operano ogni giorno nelle nostre sedi vaccinali) che ha agito di propria iniziativa«.

Non sarebbe la prima volta che il medico si sarebbe reso protagonista di episodi analoghi. »Già sei giorni fa, giovedì 9 settembre, il professionista è stato richiamato formalmente al rispetto delle linee guida delle società scientifiche, senza richiedere quindi ulteriori certificazioni - si puntualizza - . L'azienda ha già provveduto alla vaccinazione dell'interessata, che è avvenuta lunedì 13 settembre«.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Trieste, manifestante si sente male: poliziotti lo soccorrono poi l'abbraccio con un agente

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi