Grandi navi via da Venezia: la Camera approva, il provvedimento diventa legge

Stop al passaggio dei cosiddetti “giganti del mare” nella Laguna. Misure urgenti per la tutela delle vie d'acqua di interesse culturale e per la salvaguardia della città

VENEZIA. Via libera definitivo della Camera al decreto Grandi navi. Il testo è stato approvato a Montecitorio con 363 favorevoli, 15 contrari e quattro astenuti. Il provvedimento, già approvato dal Senato, diventa legge. Il testo contiene misure urgenti per la tutela delle vie d'acqua di interesse culturale e per la salvaguardia di Venezia, nonchè disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e misure a favore dell'ex Ilva.

Venezia diventa zona off limits per le Grandi navi. Con il via libera definitivo da parte della Camera, infatti, viene convertito in legge il provvedimento che dispone lo stop del passaggio dei cosiddetti 'giganti del mare' nella Laguna. Il testo prevede misure urgenti per la tutela delle vie d'acqua di interesse culturale e per la salvaguardia di Venezia, nonchè disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e norme a favore dell'ex Ilva.

Questi i punti cardine el provvedimento:

- I CANALI MONUMENTO NAZIONALE: alcuni canali e vie d'acqua della Laguna vengono dichiarate monumento nazionale o riconosciute di interesse culturale, ai sensi degli articoli 10 e 12 del Codice dei beni culturali. In particolare, il provvedimento dichiara le vie urbane d'acqua Bacino di San Marco, Canale di San Marco e Canale della Giudecca di Venezia monumento nazionale.

- STOP ALLE GRANDI NAVI: al fine di assicurare l'integrità, il decoro e la sicurezza delle vie d'acqua dichiarate monumento nazionale o riconosciute di interesse culturale, dispone che le misure di tutela e le prescrizioni concernenti gli usi non compatibili possono comprendere anche limitazioni e divieto del transito di navi con specifiche caratteristiche, riferite alla stazza lorda, alla lunghezza dello scafo, all'altezza di costruzione e alle emissioni di sostanze inquinanti. Nelle vie urbane d'acqua Bacino di San Marco, Canale di San Marco e Canale della Giudecca di Venezia, dichiarate monumento nazionale, dal 1 agosto 2021 è vietato il transito di navi aventi almeno una delle seguenti caratteristiche: a)stazza lorda superiore a 25.000 GT; b)lunghezza dello scafo al galleggiamento superiore a 180 metri; c)tiraggio aereo (air draft) superiore a 35 metri, con esclusione delle navi a propulsione mista vela - motore; d)impiego di combustibile in manovra con contenuto di zolfo uguale o superiore allo 0.1 per cento.

Il decreto del governo di fine luglio è stato confermato in tutti i suoi passaggi più importanti. Come già succede dal 1 agosto scorso, in bacino San Marco non potranno più passare navi con stazza superiore alle 25 mila tonnellate, né lunghe più di 180 metri o che impieghino come carburante gasolio con percentuale di zolfo superiore allo 0,1%. Per tutte queste navi si realizzeranno approdi provvisori a Marghera.

Nelle banchine delle società Tiv e Vecon, nel terminal traghetti di Fusina per le navi medio grandi. Via ai lavori per la realizzazione della nuova Stazione marittima nel Canale Industriale Nord-Sponda Nord. In attesa dell’esito del concorso internazionale per l’off shore, l’approdo in alto mare per le navi passeggeri e portacontainer. Nel frattempo il presidente dell’Autorità portuale veneziana Fulvio Lino Di Blasio avrà i poteri commissariali ed è incaricato di realizzare i lavori. Alle società armatoriali saranno corrisposti ristori per 50 milioni in due anni come risarcimento per le modifiche agli arrivi a stagione già cominciata. Così alla Vtp, la Venezia Terminal passeggeri concessionaria della Marittima.

C’è ampia convergenza sulle scelte degli approdi provvisori. Meno sul fato che Marghera possa diventare una soluzione stabile e non provvisoria, con investimento di 80 milioni di euro.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi